Il look di Liz Truss la nuova Premier britannica mentre Meghan riempie le piazze

Verrebbe da dire che Dio salvi la Gran Bretagna, ma soprattutto l’Europa. Il nuovo primo ministro britannico Liz Truss pare mettere subito in chiaro il suo pieno sostegno alla Brexit, anche se all’epoca aveva votato contro. Ma adesso quasi riattualizza la policy. Quasi ad evidenziare che se con Johnson e la guerra in Ucraina, i Paesi UE si erano ricompattati, con lei si torna indietro. Sempre contro la Russia di Putin e a fianco dell’Ucraina, ma con le giuste distanze verso gli altri Stati dell’Unione. Così la nuova «Iron Lady», come la definiscono in molti, pare sia anti-UE e anti-Cina.

L’immagine e gli abiti di Liz

Il look di Liz Truss la dice lunga. Non ce ne voglia, ma ci sarebbe un po’ di lavoro da fare sulla sua immagine. Il viso e il taglio di capelli fanno pensare che madre natura non sia stata proprio generosissima con lei. Più che altro non dimostra di avere meno di cinquant’anni ma di sfiorare i sessanta. Tra lei e il look retrò di Lucia Annunziata c’è di mezzo solo il colore. Dei capelli, s’intende. Le camicie con manica lunga con gli orecchini tondeggianti e caschetto che sembra asciugato al sole con tanto di brezza marina, sono da rivedere.

Ci perdonerà, ma a meno che non voglia fare del suo stile l’interpretazione di un modello tipo Gran Bretagna first (in memoria di America first, coniato da Trump), c’è un po’ da lavorare. La definizione di matrice trumpiana fa riferimento ad un’idea nazionalista e non interventista che pone al primo posto l’interesse e le priorità interne al Paese. Nel caso di Liz, il look con colori sgargianti potrebbe anche funzionare in quel di Londra, ma a livello internazionale non le si addice.

Il look di Liz Truss la nuova Premier britannica mentre Meghan riempie le piazze

Un po’ per caso, la novella del nuovo incarico arriva quasi contestualmente al discorso di Meghan Markle (moglie di Harry) a Manchester. La giovane sale sul palco e parla ai giovani in occasione del One Young World e per lei è un’ovazione. Una sorpresa se pensiamo che gioca in territorio (che si dice) nemico, visto che lei e il marito sono distanti dai reali e vivono negli States. Parla dinanzi 2.300 delegati con un linguaggio che i guru della politica si sognano.

Ed è evidente che Meghan da grande voglia farsi strada nel mondo della politica. Con un linguaggio che riesce a comunicare. Certo, parla ancora di sogni (modello Yes We Can), mancano ancora i contenuti. Ma con il tempo, forse, ogni cosa verrà! Il look ovviamente ha la meglio rispetto a quello di Liz che, ad alcuni chilometri più in là, affila le armi in vista del suo nuovo incarico.

Lettura consigliata

Il prossimo podcast sarà con Mariah Carey, Meghan Markle in testa su Spotify

Consigliati per te