Zew o Non Zew di Gianluca Braguzzi

Difficile pensare che i dati contrastati di stamani sullo Zew tedesco (uno spora e uno sotto le attese) siano direttamente collegati al fort recupero che si sta evidenziando sui mercati. Continuo a pensare che il raggiungimento della prima fascia di esaustione mensile del FIB calcolata col probability a 16980 e interessata ben due volte abbia generato dubbi nei ribassisti e creato le condizioni per avviare il recupero a cui dopo sedute di accumulazione stiamo finalmente assistendo.
Ora resta da verificare se la dinamica sarà lineare o se invece proseguirà il balletto tra candele bianche e nere che ha caratterizzato il mercato nell’ultimo periodo.
Una chiusura non in eccesso tra oggi pomeriggio e stasera alle 22 darà maggiori chance a considerare questo movimento un impulso destinato a durare qualche seduta se non addirittura fino a giugno inoltrato.
Solo dati fortemente negativi o nuove dichiarazioni sui tassi al rialzo della FED paiono in grado di modificare lo scenario di recupero che si sta delineando. Certo è che con l’approssimarsi del rialzo dei tassi ipotizzato nelle minute della FED prendere beneficio non sarà una brutta idea.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te