YOOX: dove può portare la partnership con Alibabà?

Fonte MilanoFinanza

Proseguono i rumors di una partnership Alibaba-Yoox  Net-a-Porter. La notizia, riportata oggi da MF, riprende alcune dichiarazioni del responsabile Sud Europa di Alibaba, Rodrigo Cipriani Foresio, secondo cui il gruppo cinese sarebbe pronto a far entrare YNap nel proprio marketplace. “Alibaba è un marketplace. Saremmo ben felici di avere YNap, se aprisse uno store da noi. Ci sono già molte aziende partner del grupppo italiano che hanno aperto degli store su Alibaba”, ha detto ieri Cipriani Foresio, citando il caso di Armani.

Il manager, però, non ha commentato le voci di mercato che recentemente hanno speculato su un ingresso del colosso cinese nell’e-tailer italiano. Nel corso dell’ultima conference call a inizio agosto il ceo e fondatore di YNap, Federico Marchetti, ha dichiarato che la società è aperta a tutte le possibili opzioni per accelerare la crescita sui diversi mercati, inclusa la Cina.

“Stimiamo che la Cina valga oggi per YNap il 3-4% circa del fatturato ed è tra i mercati in più rapida crescita per la società con un +30% del giro d’affari su base annua”, hanno osservato gli analisti di Equita. “Al momento il gruppo è impegnato in una progressiva localizzazione dell’offerta sul mercato cinese, a partire da TheOutnet per passare poi al canale inseason dal 2018”.

“Crediamo”, hanno concluso alla sim, “che un’eventuale partnership locale supporterebbe gli obiettivi già dichiarati in occasione della presentazione del piano l’anno scorso: quadruplicare le vendite in Cina/Medioriente, pari a circa 80 milioni di euro nel 2016, entro il 2020. Sul titolo YNap, che scambia con un multiplo prezzo/utile 2019 pari a 32 volte, confermiamo il nostro rating hold con un target price a 28 euro”.

“La voce di un possibile partnership tra i due giganti dell’ecommerce è nell’aria da mesi e queste affermazioni confermano che probabilmente qualcosa sta succedendo”, hanno sottolineato anche gli esperti di Banca Akros, delineando due possibili scenari dal punto di vista industriale. YNap potrebbe aprire uno store all’interno del marketplace di Alibaba. In questo caso, l’azienda lavorerebbe, similmente ad altri brand come Armani, direttamente con l’e-tailer cinese.

In questo scenario la società italiana registrerebbe un aumento oltre le attese dei ricavi in Cina e in Asia-Pacifico nonostante le commissioni che dovrà pagare ad Alibaba. Tuttavia, questa scelta potrebbe avere aspetti negativi. In primis il tentativo precedente di entrare nel mercato con le proprie forze non ha avuto i ritorni sperati. L’azienda ha quindi bisogno di trovare un partner locale di alto livello. Inoltre, YNap potrebbe affrontare problemi con i brand di moda di alto livello che non sarebbero felici di vedere i propri prodotti “indirettamente” venduti su una piattaforma conosciuta anche per i falsi.

Una seconda possibilità, secondo Banca Akros, è che l’azienda italiana inizi a gestire la sezione moda/lusso sul sito di Alibaba con una propria sezione dedicata sulla piattaforma, possibilmente con un nome diverso da Alibaba. In questo scenario, YNap aiuterebbe il colosso cinese a porre fine definitivamente alla sua reputazione di “venditore di falsi” nell’ambiente.

“In questo caso”, hanno spiegato gli analisti di Banca Akros, “che ci sembra un accordo a lungo termine e strutturale, non si può escludere una possibile acquisizione di una quota di YNap da parte di Alibaba. In generale, anche se crediamo che la partnership tra le due reltà sarebbe un forte passo in avanti per la crescita del business in Cina dell’e-tailer italiano, dobbiamo ancora avere maggiori dettagli per valutare queste opportunità. Confermiamo intanto sul titolo YNap il rating acccumulate con un target price a 30,7 euro”.


Analisi Proiezionidiborsa

Sul titolo è in corso una proiezione rialzista che nelle ultime sedute sta trovando fortissime resistenze in area 30.69€ (II° obiettivo naturale). La rottura di questo livello proietterebbe il titolo verso il III° obiettivo naturale in area 32.71€. In caso contrario sono possibili ritorni in area 28.67€ (I° obiettivo naturale) dove si decideranno le sorti di medio termine del titolo. La sua rottura, infatti, aprirebbe a ribassi molto profondi.

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te