Wall Street regge all’urto del ribasso ma come sono messi 6 titoli guida?

Ci sono tutte le condizioni che fra lunedì e martedì i mercati azionari possano ritornare al rialzo ma meglio procedere con cautela. Wall Street, nella giornaata di venerdì ha già formato un pattern rialzista ma meglio attendere ulteriori conferme e vedere cosa faranno anche gli altri listini azionari. Si accoderanno al rialzo oppure la Borsa americana ha generato un falso segnale prima di ulteriori ribassi? 

Di giorno in giorno andremo a mantenere il polso della situazione.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Il tema odierno scelto dal nostro Ufficio Studi è il seguente:

Wall Street regge all’urto del ribasso ma come sono messi 6 titoli guida?

Quali sono i titoli che abbiamo scelto ed individuato?

Amazon (NASDAQ:AMZN), Apple, Facebook, Google, Microsoft e Netflix.

Wall Street regge all’urto del ribasso ma come sono messi 6 titoli guida? Analisi grafica e previsionale

Le stime di fair value sono state effettuate dal nostro Ufficio Studi studiando i bilanci degli ultimi 4 anni.

Amazon, ultimo prezzo a 3.199,95. Fair value  a 4.500 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale superiore a 3.300, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 2.850 e poi 2.500. Primo indizio rialzista in seguito ad una chiusura giornaliera superiore a 3.233. Mantenere le posizioni ribassiste.

Apple, ultimo prezzo a 148,19. Fair value  a 120 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 144,50, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 162 e poi 175. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 146,78. Mantenere le posizioni rialziste.

Facebook, ultimo prezzo a 359,37. Fair value a 450 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale inferiore a 351 dollari, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 385 e poi 405. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 353,31. Mantenere le posizioni rialziste.

Google, ultimo prezzo a 2.748,59. Fair value a 3.950 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 2.480,40, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 2.900 e poi 3.190. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 2.705. Mantenere le posizioni rialziste.

Microsoft, ultimo prezzo a 304,36. Fair value a 320 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 274,30, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 320 e poi 350. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 288,64. Mantenere le posizioni rialziste.

Netflix, ultimo prezzo a 546,88. Fair value a 630 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 512,30, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 550 e poi 620. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 539,10. Mantenere le posizioni rialziste.

Come al solito si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te