Wall Street impiomba le Borse europee ma Piazza Affari si salva grazie ad un sostegno inimmaginabile fino a poco tempo fa

Per Piazza Affari inizia un periodo di navigazione difficile. Dopo un periodo di bonaccia, adesso il mare inizia ad ingrossarsi. Si sta avvicinando il brutto tempo, ma ancora non è chiaro se sarà un forte temporale o una tempesta. Ciò che è accaduto oggi sui mercati azionari è l’avvisaglia di un periodo perlomeno turbolento. Gli Esperti di ProiezionidiBorsa lo hanno scritto più volte nelle ultime analisi.

Wall Street impiomba le Borse europee ma Piazza Affari si salva grazie ad un sostegno inimmaginabile fino a poco tempo fa

Oggi la Borsa di Milano è scesa con decisione dopo un avvio molto negativo. La partenza in ribasso di Piazza Affari e delle Borse europee, è stata causata dalla pessima chiusura della Borsa tecnologica USA. Ieri il Nasdaq ha terminato la seduta in calo di oltre il 2,5% e oggi tutte le Borse europee sono partite molto male.

Il calo era scritto. Poco prima dell’apertura dei mercati in Europa, è arrivata la chiusura della Borsa nipponica. Un risultato che ha sfiorato il panico, con i prezzi che hanno terminato in perdita del 3%.

Con queste prospettive tutti i mercati europei hanno aperto in deciso ribasso, recuperando qualcosa nel pomeriggio, dopo l’apertura della Borsa USA. L’avvio di Wall Street è stato negativo ma non drammatico e questo ha fatto ritirare un po’ il fiato ai prezzi.

Al termine della seduta l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso in calo dell’1,6% a 24.396 punti. Ma poteva andare anche peggio se non fosse arrivato un inaspettato salvataggio da un gruppo di titoli, quelli bancari. Wall Street impiomba le Borse europee ma Piazza Affari si salva grazie ad un sostegno inimmaginabile fino a poco tempo fa, quello delle banche.

Le azioni bancarie, che nelle precedenti settimane avevano fatto tribolare il listino italiano, oggi l’hanno tenuto a galla.  Avevamo anticipato in una precedente analisi (si può leggere qui), quanto il settore bancario fosse determinante per Piazza Affari. Oggi, grazie agli acquisti massicci su questi titoli, la Borsa italiana ha limitato i danni. I primi 4 titoli per performance tra le blue chip sono proprio di banche. Banco BPM ha guadagnato l’1%, BPER Banca lo 0,9%, Unicredit lo 0,7% e Mediobanca lo 0,2%.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te