Wall Street continua a ragionare sui se e sui ma dell’inflazione mentre AT&T sottovalutata del 166% potrebbe essere un’opportunità di acquisto?

Cosa monitora oggi il nostro Ufficio Studi? Di quale argomento si occupa per i mercati americani?  Wall Street continua a ragionare sui se e sui ma dell’inflazione mentre AT&T sottovalutata del 166% potrebbe essere un’opportunità di acquisto?

Continuano gli alti e i bassi delle quotazioni sui dati che riguardano l’inflazione e questo sarà il leit motiv per diversi mesi creando molto rumore di fondo. Per il momento, le nostre previsioni confortate dalla tendenza in corso sono per ulteriori rialzi del 5/7%  e forse anche fino al 10% almeno fino alla prima decade di agosto.

Procediamo per gradi.

Ecco lo scenario settimanale atteso 

Il minimo dovrebbe essersi  formato fra lunedì e martedì ed ora attendiamo il massimo a ridosso della chiusura di contrattazione di venerdì. Ad oggi, continuiamo a confermare questa previsione.

Di seguito la mappa dei prezzi proiettati per la settimana del 7 giugno:

Dow Jones

area di minimo 34.584/34.700

area di massimo 35.150/35.345

Nasdaq C.

area di minimo 13.729/13.800

area di massimo 14.005/14.198

S&P 500

area di minimo 4.205/4.229

area di massimo 4.289/4.345.

I livelli da monitorare per la seduta di contrattazione odierna sono i seguenti:

Dow Jones

Tendenza ribassista in corso. Inversione rialzista solo con una chiusura giornaliera superiore a 34.655.

Nasdaq C. 

Tendenza rialzista in corso. Inversione ribassista solo con una chiusura giornaliera inferiore a 13.831.

S&P 500

Tendenza rialzista in corso. Inversione ribassista solo con una chiusura giornaliera inferiore a 4.208.

Non vediamo particolari pericoli per la giornata odierna e dovrebbe svolgersi in questo modo: apertura sui minimi e chiusura intorno ai massimi giornalieri.

Wall Street continua a ragionare sui se e sui ma dell’inflazione mentre AT&T sottovalutata del 166% potrebbe essere un’opportunità di acquisto?

Il titolo AT&T (NYSE:T) ha chiuso la giornata di contrattazione del 9 giugno al prezzo di 29,01 dollari in rialzo dello 0,10% rispetto alla seduta precedente. Da inizio anno, ha segnato il minimo a 27,42 ed il massimo a 33,88.

La società che capitalizza in Borsa circa 206,9 miliardi di dollari fornisce servizi di telecomunicazione, media e tecnologia in tutto il Mondo.

Il nostro Ufficio Studi, dopo aver analizzato e studiato i bilanci degli ultimi 4 anni e aver studiato gli utili e ricavi e le prospettive future, ritiene che il prezzo di fair value sia in area 80 dollari (sottovalutazione del 166% circa rispetto ai prezzi correnti). Dividend yield del 7,18%.

La nostra strategia di investimento

Fino a quando il titolo reggerà al ribasso in chiusura settimanale il livello di 30,16, punterà ai 24/23,5  dollari da raggiungere per/entro i prossimi 1/3 mesi. Resistenza di breve termine a 29,90. Il nostro consiglio operativo è di comprare il titolo solo in chiusura giornaliera superiore ai 30,16  dollari per azione.

Come al solito si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te