Wall Street: attesi ulteriori allunghi

I futures di Wall Street riprendono fiducia nelle parole di Trump.

I numeri dei futures

Alle 12.30 (ora italiana) i futures statunitensi ripartivano con un passo incerto ma ottimista. L’S%P 500 infatti, non andava oltre lo 0,1%. Il Dow lo superava di poco fermandosi a a 0,22% e il Nasdaq, più forte degli altri, arrivava a 0,33%. Un trend positivo che combacia con quanto visto ieri a Wall Street. Infatti la piazza azionaria americana alla fine della seduta ha potuto contare su un Dow Jones a +1,5%. Interessante anche la chiusura dell’S&P 500 in vantaggio dell’1,29%. Meglio di tutti ha fatto il  Nasdaq Composite che ha visto 1,46% in territorio positivo.

Le buone notizie? Da Trump

A decidere l’andamento dei mercati è ancora una volta la questione dei dazi Usa-Cina. Nello specifico si tratta delle ultime dichiarazioni dell’inquilino della Casa Bianca, Donald Trump. Di fronte alla possibilità di trovare un accordo organico e sistematico, il presidente si è detto disposto ad allungare i tempi fissati come termine ultimo per la sigla dell’intesa. La deadline fissata era ferma al 1 marzo, ma a questo punto è lecito pensare che i colloqui proseguiranno ad oltranza. Un atteggiamento che, come detto dal tycoon, risulta essere un’eccezione. Infatti qualora non ci fosse stato un allungamento dei tempi, Washington avrebbe imposto un aumento delle tariffe doganali al 25% sui prodotti cinesi. Attualmente, invece, il livello della tassazione extra è fermo al 10%.

Ancora dubbi sul muro

Di ieri la notizia di una possibile intesa trovata tra democratici e repubblicani per la costruzione del muro al confine con il Messico. Invece degli oltre 5 miliardi richiesti da Trump, ci sarebbe la possibilità di averne solo 1.375 miliardi. Il che permetterebbe la costruzione, se non di un muro, di una serie di fortificazioni con circa 100 chilometri di nuove recinzioni. Non è chiaro se Trump darà il suo consenso (la firma del presidente è indispensabile per l’approvazione). Sembra, però, che l’inquilino della Casa Bianca sia orientato verso il dirottamento di denaro da altre fonti.

Dati macro

Tra i dati macro più importanti si segnala l’indice settimanale riguardante le richieste di mutui ipotecari. Di primaria importanza anche il dato sull’inflazione di gennaio. Per quanto concerne invece gli eventi più importanti, in agenda riveste un ruolo particolare quello di Loretta Mester, numero uno della Fed di Cleveland. Attese anche per i discorsi di Esther George, presidente della Fed di Kansas City, Raphael Bostic (Fed Atlanta) e Patrick Harker (Fed di Philadelphia).

Analisi grafica  e previsioni per la borsa di Wall Street

Lunedì siamo giunti ad un turning point rilevante annuale per Wall Street e da quei livelli attendiamo direzionalità rialzista.

Frattale previsionale per il 2019  su scala giornaliera  per i mercati americani

I mercati americani dovrebbero aver segnato un bottom di breve e quindi attendiamo ulteriori rialzi. Si attende quindi una dimostrazione di forza e un deciso allontanamento dai minimi recenti.

Quali sono i valori che per la giornata di mercoledì non dovranno essere superati al ribasso per mantenere intatta la nostra view?

Dow Jones una chiusura inferiore ai  25.008

Nasdaq C.   una chiusura inferiore ai 7.289

S&P 500    una chiusura inferiore ai 2.703.

Un cambiamento di rotta verrebbe visto con grande cautela e come probabile indizio ribassista anche preoccupante.

Di sera in sera confermeremo o meno l’uno o l’altro scenario.

Wall Street: proiezioni dei prezzi settimanali e giornalieri

Wall Street tendenza e proiezioni settimana del 11 febbraio
strumento tendenza area di massimo area di minimo punto di inversione
Dow Jones Laterale   –  –  –
Nasdaq C. Laterale  –  –
S&P 500 Laterale

Wall Street  tendenza e proiezioni  del giorno 13 febbraio
strumento tendenza area di massimo area di minimo punto di inversione
Dow Jones Rialzo  25.655/25.601  25.385/25.300 25.149
Nasdaq C. Rialzo  7.480/7.459  7.392/7.367 7.347
S&P 500 Rialzo   2.780/2.767   2.741/2.737 2.722

Approfondimento

Titoli ad alto potenziale

Crolla l’utile di Nissan

Wall Street: attesi ulteriori allunghi ultima modifica: 2019-02-13T13:46:59+02:00 da Redazione

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.