Wall Street affonda dopo il rimbalzo del gatto morto ma la Borsa italiana e quelle europee sorprendono

Sulle Borse regna ancora l’incertezza ma sulla Borsa USA regna il caos. Oggi è stata una giornata difficile soprattutto per Wall Street. Ieri la Borsa americana aveva offerto uno spettacolare testacoda. Dopo un avvio in deciso ribasso, a metà seduta (erano le 20 in Europa), i prezzi hanno invertito improvvisamente la corsa. Gli operatori, che fino ad un’ora prima avevano venduto a piene mani, improvvisamente hanno iniziato ad acquistare.

Gli acquisti a pioggia su titoli massacrati nelle ultime sedute hanno riportato gli indici in terreno positivo. Alla fine della seduta di lunedì Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq hanno chiuso in rialzo con progressi attorno al mezzo punto percentuale. Tuttavia, se si considera che la perdita a metà seduta aveva raggiunto il 2,5%, l’apprezzamento degli indici USA è stato importante.

Wall Street affonda dopo il rimbalzo del gatto morto ma la Borsa italiana e quelle europee sorprendono

Nella seduta odierna, all’avvio dei mercati in Europa gli operatori hanno iniziato timidamente a comprare. Col passare delle ore, gli acquisti hanno spinto gli indici a raggiungere un guadagno di un punto percentuale a metà seduta. Dopo pranzo, però, i segnali di una nuova difficile apertura della Borsa USA hanno riportato un po’ di vendite. Tuttavia, al termine della seduta in Europa l’Euro Stoxx 50 ha chiuso con un guadagno di quasi lo 0,6%. La Borsa tedesca ha fatto meglio, con un rialzo finale superiore allo 0,7% e la Borsa di Parigi ha ottenuto lo stesso risultato. Addirittura la Borsa di Londra ha guadagnato l’1%.

Nello stesso momento in cui le Borse UE chiudevano con questi rialzi, la Borsa USA stava vivendo una nuova seduta drammatica. Attorno alle 18.00 il Nasdaq stava perdendo il 2,7%, l’S&P 500 l’1,8% e il Dow Jones l’1%. Per gli analisti era chiaro che il recupero di ieri era stato il classico rimbalzo del gatto morto.

Borsa italiana e Borse europee

Contemporaneamente ha sorpreso lo smarcamento degli indici europei dall’andamento della Borsa USA. Se fosse verificato anche nelle prossime sedute si confermerebbe l’ipotesi di uno scenario che non si vede da tempo.

Così Wall Street affonda dopo il rimbalzo del gatto morto ma la Borsa italiana e quelle europee sorprendono. Infatti, anche Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo, anche se con un guadagno inferiore agli altri listini. Il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso con un rialzo dello 0,2%, a 26.028 punti. Tra le blue chip i titoli dell’energia e delle utility sono schizzati in alto. Tenaris ha guadagnato il 4,6%, Saipem il 3,5%, Eni il 3,2%, A2A il 2%. Nei primi 5 titoli a larga capitalizzazione per performance giornaliera l’unico non legato all’energia è Unicredit, che è salita del 2,5%. Le tensioni tra Russia e Ucraina premiano questi titoli.

Approfondimento

Il punto sui mercati

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te