Volkswagen paga 750 milioni di euro per lo scandalo dieselgate

Volkswagen sta pagando oltre 750 milioni di risarcimenti ai clienti per lo scandalo Dieselegate. L’azienda ha reso noto oggi che i pagamenti in compensazione sono in fase di completamento. Accolti circa 240.000 casi, sono stati trasferiti in totale più di 750 milioni di euro.  Il portale online associato, creato dal colosso automobilistico tedesco, rimarrà in funzione per poco meno di una settimana e la sua chiusura è prevista per il 6 luglio. Dopodiché i clienti potranno presentare i loro documenti, come ad esempio le fatture degli avvocati, solo per posta. La società ha dichiarato che l’accordo è stato “sostanzialmente risolto”.

Liquidato oltre il 90% dei risarcimenti

Diverse migliaia di casi sono ancora in fase di esame o in fase di attuazione. E non si prevedono grandi cambiamenti nelle cifre prima della prossima settimana. Oltre il 90 per cento dei clienti che avevano diritto a un risarcimento, è stato liquidato. A seconda dell’età e del tipo di veicolo, sono stati offerti importi compresi tra 1.350 e 6.257 euro. La vicenda Dieselgate arriva a un importante punto di svolta. Il 25 maggio la Corte federale tedesca di Karlsruhe ha riconosciuto un rimborso parziale all’acquirente di un’auto del gruppo Volkswagen. Sostanzialmente a fronte dell’usura del veicolo, stabilendo che di per sé l’acquisto di un’auto con centralina truccata è considerato un danno.

Calcolatore del reddito da investimenti
Calcola in soli 60 secondi quali dovrebbero essere i tuoi risparmi per affrontare una pensione confortevole. Se hai 350.000 € da investire, accedi al Calcolatore del reddito da investimenti e agli aggiornamenti periodici

Scopri di più

Volkswagen paga 750 milioni di euro per lo scandalo dieselgate

La sentenza Dieselgate segna un momento storico. E’ una dimostrazione indiscutibile del diritto di risarcimento dei clienti finali e costituisce un precedente importante per i consumatori di tutta Europa. A 5 anni dall’esplosione dello scandalo e 3 dall’inizio della class action, la vicenda si è chiusa nello scorso mese di febbraio con un accordo extragiudiziale con la federazione di consumatori tedesca VZBV. In Italia le azioni promosse contro il gruppo automobilistico sono state oltre 75 mila.

Consigliati per te