Volare senza pagare tasse sui low cost

eDreams per incentivare a viaggiare ha lanciato una offerta sensazionale per tutti coloro che sono iscritti alla newsletter. Volare senza pagare tasse sui low cost, sfruttando la piattaforma eDreams, acquistando il biglietto fino a mercoledì 4 marzo con le compagnie aeree: Ryanair, Easyjet, Eurowings, Norwegian, Transavia, Wizz Air, Air Asia, Pegasus, Volotea, Jetstar, Flybe, Vietjet, Blue Air, AerLingus, Vueling.

Più opportunità a prezzi sensazionali

La promozione Volare senza pagare tasse sui low cost è possibile usarla per più occasioni ma va sempre acquistata nel periodo prima indicato. Non può essere modificata, rimborsata o trasferita a terzi.

Perché si ricorre ad offerte

La paura generata dal coronavirus ha messo in ginocchio il comparto turistico. Le prenotazioni in Italia ha subito una diminuzione delle prenotazioni del 12% per l’intero Gruppo eDreams. In Asia logicamente il crollo è stato maggiore ma tutte le destinazioni registrano dati in negativo.

eDreams come vanno i dati

Per eDreams gli affari nel 2019 sono andati bene, in linea con quanto preventivato. A seguito del completamento del passaggio al nuovo modello strategico dei ricavi, le prenotazioni hanno iniziato a crescere più rapidamente. Nel 3° trimestre dell’esercizio 2020, le prenotazioni sono aumentate del 5%, raggiungendo 8,3 milioni nei primi 9 mesi dell’esercizio, pari a un aumento del 2% rispetto ai primi 9 mesi dell’esercizio 2019. Il margine sui ricavi è aumentato dell’8%, portandosi a €412,9 milioni, in seguito a un incremento del margine sui ricavi per prenotazione del 6%.

L’Ebitda rettificato è cresciuto del 10%, a quota 86,8 milioni di euro (primi 9 mesi 2019: 79,1 milioni di euro). L’utile netto rettificato è aumentato del 46%, attestandosi a 31,4 milioni di euro.

Prospettive per il futuro

Il coronavirus non preoccupa i vertici eDreams che può contare su una leadership in molti mercati europei e su una piattaforma tecnologica di proprietà. Il comparto dei viaggi online ha basi solide e quando la situazione tornerà alla normalità, vi sarà un  ritorno alle dinamiche commerciali.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te