Il VIX ha raggiunto nuovi minimi storici. Un’altra bolla sta per scoppiare?

Nelle scorse settimane abbiamo più volte analizzato i mercati americani andando a guardare quegli indizi che servono per avere il polso della tendenza di lungo periodo.

L’ultimo aggiornamento è disponibile nell’articolo I mercati americani attratti dal “limite invalicabile” viaggiano verso l’inversione di tendenza e i riferimenti al suo interno. Si ribadisce che nel breve i mercati continueranno a salire, ma nel lungo periodo le cose si stanno mettendo molto male.

Una conferma allo scenario che prevedere un devastante crash nei prossimi mesi l’abbiamo avuta quando abbiamo scoperto che il VIX(altrimenti detto l’indicatore della paura sui mercati) alla chiusura di Giugno ha fatto segnare il suo minimo storico.

Nel grafico seguente sono indicati gli eventi che hanno caratterizzato i massimi e i minimi del VIX. Valori così bassi non ci fanno dormire sonni tranquilli.

Aggiornamenti nel week-end quando avremo le chiusure settimanali e andremo a confrontare il frattale previsionale con le l’andamento reale delle quotazioni.

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te