Verso nuovi forti ribassi dei mercati azionari? di Gerardo Marciano

Il Dott. Gerardo Marciano è Amministratore Delegato di Proiezionidiborsa Holding

Continua la fase laterale dal mese di Marzo, ma fino a quando durerà? Cosa attendere dai mercati nelle prossime settimane?

Ci piacerebbe parlare di possbili duraturi rialzi, ma purtroppo nei grafici non se ne intravede l’ombra, almeno per i mercati asiatici ed europei.

Ogni rimbalzo diventa occasione per dare spazio a vendite copiose e di settimana in settimana, la struttura tecnica dei mercati continua a deteriorarsi. Unica eccezione è Wall Street, ma reggerà?

E negli ultimi giorni, proprio sulle Piazze americane, inizia ad intravedersi un pattern che non si vedeva da diversi anni,. La stessa figura tecnica e matematica, che ha portato ai ribassi del 1998 e poi del 2000, e poi del 2007/2008.

Mala tempora currunt! E se presto non cambierà qualcosa, lo scenario rimane sempre quello ipotizzato: siamo all’inizio di tanti anni di ribassi!

Come regolarsi?

Qual è lo scopo di questo articolo?

Principalmente quello di definire  il trend di lungo termine e poi di breve e medio termine e dove potrà invertire, quindi la successiva proiezione e  come potrà essere cambiata dal trend. Le nostre previsioni, come spiegato più’ volte, sono self learning e si autoadattano prima dello scadere (molto prima) del tempo.

I mercati dopo il rimbalzo iniziato nel mese di Febbraio,  e dopo una fase laterale sui massimi, sembrano voler abbandonare definitivamente le velleità rialziste per almeno un altro lasso temporale abbastanza lungo.

Manca ancora qualche tassello per dire che si siano “aperte nuove danze ribassiste” , ma ci siamo vicini.

Con questo Articolo diamo ai nostri Lettori(come al solito!) un porto sicuro e una chiara ed inequivocabile lettura della situazione dei mercati internazionali.

Chi desidera approfondimenti e analisi/proiezioni e SEGNALI  quotidiani e  di medio-lungo termine più articolate, deve sottoscrivere i nostri abbonamenti.

Blog Riservato Ti portiamo per mano dandoti i nostri STRAORDINARI segnali di Trading!

Al momento, la struttura primaria (di lungo termine )dei mercati internazionali(Wall Street è sotto osservazione!) è ribassista e se non cambierà qualcosa, il ribasso potrà continuare strutturalmente per buona parte dell’anno in corso, e il futuro  continua a delinearsi come  ribassista fino al  2020 .

Cosa manterrà intatta la previsione ribassista per l’anno in corso e per i prossimi anni?
Struttura primaria del Mercato Lungo Termine
Future Ftse Mib: chiusure Mensili inferiori ai 20.655
Future Dax : chiusure Mensili inferiori ai 10.565
Future Eurostoxx: chiusure Mensili inferiori ai 3.135
S&P500: chiusure  al 30  Giugno inferiori ai 2.060.
Finchè non si  verificherà questa modifica dello scenario, i mercati avranno  in tiro ulteriori ribassi fino al 2017, se non proprio fino al 2020.
Indicazioni di Tendenza fino al 30 Giugno
Usiamo la Tecnica spiegata nell’Ebook Up and Down Method
Future Ftse Mib

Long strutturali solo sopra  e su tenuta dei 20.675. Short sotto 19.530. Laterale fra i 2 valori.

Future Dax

Long strutturali solo sopra  e su tenuta dei 10.560. Short sotto 9.340. Laterale fra i 2 valori.

Visita la nostra Libreria

Future Eurostoxx

Long strutturali solo sopra  e su tenuta dei 3.137. Short sotto 2.850. Laterale fra i 2 valori.

S&P500

Long strutturali solo sopra  e su tenuta dei 2.056. Short sotto 1.967. Laterale fra i 2 valori.

Questi invece, sono i valori dai quali dipendono i ribassi/rialzi di breve:

Future Ftse Mib

Ulteriori allunghi sopra i 18.330/17.990. Archiviazione del rimbalzo in atto e nuova gamba ribassista sotto i 17.770.

Future Dax

Ulteriori allunghi sopra i 9.756/9.644. Archiviazione del rimbalzo in atto e nuova gamba ribassista sotto i 9.508.

 

Future Eurostoxx

Ulteriori allunghi sopra i 2.907/2.865. Archiviazione del rimbalzo in atto e nuova gamba ribassista sotto i 2.827.

S&P500

Possibile ritracciamento verso  i 1.979/1.960. Archiviazione del rimbalzo in atto e nuova gamba ribassista sotto i 1.953. Nuovi Long solo sopra 2.100.

I mercati continua ad avere una struttura ribassista e basta un nonnulla per avviare giornate di panico. Cosa fare?

La cautela è d’ordine e bisogna regolarsi con i valori indicati!

Consigliati per te