Versilia in tavola con i tordelli di Pietrasanta 

Quando si visita la Versilia, restano negli occhi i meravigliosi paesaggi delle marmoree montagne Apuane dietro le ville di Forte dei Marmi e del mare, verde, a cavalloni potenti.

Due forze della natura abbracciate, connessi come in nessun altro luogo. Ma ci restano nel cuore anche i sapori di questa terra dove l’accoglienza è straordinaria.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Tra i piatti di Versilia indimenticabili, ci sono i famosi tordelli, bianchi come il marmo e ricchi come il mare. Si mangiano davvero spettacolari, ripieni non di ricotta ma di carne, nelle trattorie di Pietrasanta e nei due primi stabilimenti balneari sul lungomare, dopo il cartello Forte dei Marmi.

Ecco la ricetta per eseguirli a casa con l’aiuto degli Esperti di Cucina di ProiezionidiBorsa.

Il segreto del ripieno è la noce moscata

Versilia in tavola con i tordelli di Pietrasanta. Prepariamo mezzo chilo di macinato, due uova, un etto di prosciutto crudo macinato (sostituito in parte con finocchiona, se si preferisce).

Aggiungere un etto di Parmigiano Reggiano DOP, sale, un pò di noce moscata e un pizzico di pepe bianco. Se il ripieno è troppo secco, aggiustare con un pochino di pangrattato.

Il segreto del sugo è il latte

Mettere un trito di un etto e mezzo di prezzemolo, cipolla, carota, pochissimo sedano a bollire con un pò d’acqua e sale. Quando l’acqua si è quasi ritirata, aggiungere un pò d’olio.

Rosolare per cinque minuti, sfumando con un sorso di vino bianco. Aggiungere una scatola di pomodori pelati e lasciar cuocere mezz’ora o poco più.

Aggiungere mezzo bicchiere di latte intero a cottura quasi ultimata e far sobbollire un attimo.

Versilia in tavola con i tordelli di Pietrasanta

Impastare quattro etti di farina, due uova, tirando la sfoglia liscia e sottile. Ripiegarla e tagliarla a strisce, porre un cucchiaino di ripieno ogni 4 centimetri tra due strisce. Chiudere e sigillare col raviolatore.

Formare tordelli piuttosto grossi, sono cinque o sei a persona. L’impasto non deve risultare duro. Si possono preparare anche in anticipo e conservare in freezer.

Vanno gettati in acqua bollente senza scongelarli. Anche quelli freschi vanno immessi nell’acqua bollente e salata, scolarli appena salgono.

Condire col sugo e il parmigiano reggiano e un pò di pepe bianco a piacere.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te