Venchi, un occhio ai profitti un altro alla salute dei consumatori

Venchi cioccolata italiana per eccellenza assaporata dall’Europa. Sace Simest ha sottoscritto un’emissione obbligazionaria da 5 milioni di euro. L’operazione finanziaria è a sostegno dei piani di crescita sui mercati europei. La cioccolata di alta qualità e semilavorati per gelaterie e pasticcerie verrà venduta ancora con più forza attraverso l’apertura di nuovi store monomarca a controllo diretto.

Venchi vuol dire Italia in tutti i sensi: per l’origine delle materie prime e la localizzazione della manifattura.

I numeri di Venchi

Da Made in Italy a ‘Experienced like in Italy’”. Sono venti anni che la ricetta vincente dell’azienda piemontese funziona: per i propri conti e fa deliziare i palati di milioni di persone.

Venchi ha 120 negozi monomarca , un terzo sono in Italia. Fa bella mostra dell’insegna Venchi anche nelle maggiori capitali mondiali, tra cui New York, Singapore, Pechino, Londra, Hong Kong, Shanghai e Tokyo.

Dove si investe

Il Made in Italy fa gola ai paesi asiatici. I maggiori investimenti saranno dirottati verso quella direttrice in Giappone e Cina in particolare. Si punta ad aprire almeno 100 negozi in tutto il mondo per i prossimi 5 anni.

SaceSimest crede nel Made in Italy

Il Polo Sace Simest ormai si sente parte integrante del nostro tessuto di investimento e continuerà a portare il Made in Italy nel mondo. Con Venchi è un amore che dura da tempo: il polo ha già sostenuto i piani internazionale in Cina.

Venchi usa nocciole italiane

Proprio in questi giorni vi abbiamo parlato del momento favorevole per la vendita delle nocciole. L’aumento del prezzo della nocciola della Turchia ha generato un aumento del  prezzo anche di quelle nostrane. Venchi ha sempre tenuto a precisare che utilizza nocciole Made in Italy.

Il futuro della cioccolata

Sviluppo, sperimentazione e industrializzazione,Venchi vuole prendere i consumatori per la gola con il piacere di gustare un prodotto sempre più buono e più sano. Per il futuro Venchi sta mettendo su un progetto innovativo con la sperimentazione delle cinetiche di invecchiamento dei prodotti ottenuti e la definizione di un packaging con una maggiore barriera all’ossigeno. I consumatori cercano prodotti sempre più poveri di grassi e zuccheri e senza perdere golosità, l’intento è di regalare piacere e al contempo faccia bene alla salute.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te