Vediamo in che modo lo spazzolino ci aiuta quando lo smartphone non si carica 

Sono veramente poche le persone che ad oggi non sono in possesso di uno smartphone. Anche molti dei nostri nonni, che mai avremmo pensato di vedere con uno di questi apparecchi in mano, ormai sanno come utilizzarli. Questo è, ovviamente, il risultato della straordinaria rivoluzione tecnologica che è avvenuta negli ultimi anni nel nostro paese, e nel resto del mondo.

Neanche un minuto

Abbiamo già sentito dire mille volte come il telefono ormai sia un’estensione della nostra persona. Difatti sono infinite le attività che possiamo svolgere utilizzandolo, e per questo pensare di uscire di casa senza, per molti è assolutamente fuori discussione. Ecco che quando, per una causa che non comprendiamo, quest’ultimo fatica a caricare la batteria, cerchiamo immediatamente di risolvere la situazione. Non tutti ci pensano ma, alle volte, questa potrebbe essere molto più semplice di quanto pensiamo. Dunque vediamo in che modo lo spazzolino ci aiuta quando lo smartphone non si carica.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Un eccesso di polvere

I motivi per i quali il cellulare non riesce più a caricarsi nel momento in cui è collegato al caricabatterie possono essere diversi. Il problema potrebbe essere legato al malfunzionamento del cavo o, al contrario, potrebbe avere a che fare direttamente con l’attacco del telefono. In quest’ultimo caso, consigliamo di provare questo interessante rimedio. Infatti vediamo in che modo lo spazzolino ci aiuta quando lo smartphone non si carica. Una causa che provoca l’impossibilità di caricamento da parte del telefono è rappresentata dall’eccesso di polvere, depositata sull’entrata USB.

Parliamo dunque, in parole povere, del buco che permette al cavo del caricatore di entrare all’interno dello smartphone. Se quest’ultimo presenta una grande quantità di sporcizia, il cavo faticherà ad inserirsi, provocando l’impossibilità del processo di carica. Dunque, una volta che abbiamo accertato che sia questo effettivamente il problema, prendiamo uno spazzolino vecchio ormai inutilizzato, e strofiniamo via lo sporco. Cerchiamo di eliminare tutta la polvere dall’entrata USB, e a questo punto reinseriamo il cavo del caricabatterie. In aggiunta, posiamo anche utilizzare un ago da cucito per rimuovere anche i residui di polvere più piccoli e insidiosi. Tramite questa operazione il cavo dovrebbe riuscire a entrare perfettamente, cominciando quindi a caricare lo smartphone.

Consigliati per te