Utili consigli per spensierate giornate al mare senza imbarazzi anche con le mestruazioni

Fa caldissimo e da mesi non ci ritroviamo con gli amici di sempre. Ora che stiamo vivendo una pseudo normalità, abbiamo organizzato una bella domenica in piscina o, meglio ancora, un week-end al mare in compagnia. Ed ecco che, puntuali, arrivano le mestruazioni! Un appuntamento mensile per la maggior parte delle donne che causa molto disagio soprattutto in determinate situazioni. Ma le donne non devono vivere il ciclo come una malattia o una condizione invalidante. A meno di non soffrire di dolori davvero molto forti, possono, infatti, continuare a svolgere la loro vita normale. Anche in vacanza.

Anzitutto ricordiamo sempre che quando abbiamo il ciclo non siamo malate, quindi comportiamoci in maniera spontanea.

Vediamo ora alcuni utili consigli per spensierate giornate al mare senza imbarazzi anche con le mestruazioni: quali assorbenti usare

La soluzione più comoda al mare, in spiaggia e in piscina sono i tamponi interni e la più moderna coppetta mestruale. Ecco le differenze.

Tampone interno

I tamponi sono perfetti per nuotare ma anche per andare a correre e fare sport. Il rischio perdite è pressoché nullo in quanto si espandono per adattarsi al corpo. L’importante è controllare ogni tanto che non sbuchi dallo slip il cordoncino!
L’ideale è cambiare l’assorbente interno ogni 2 ore circa e comunque mai aspettare oltre le 8 ore.

Coppetta mestruale

Più attuale ma molto meno diffusa rispetto agli assorbenti interni, la coppetta mestruale va inserita nella vagina dove raccoglie il sangue mestruale. È praticamente invisibile e, se inserita correttamente, non dà alcun fastidio perché si adatta perfettamente al corpo. Anche in questo caso, il rischio di perdite e macchie è nullo.

La coppetta va cambiata ogni 8-10 ore.

Meglio evitare il classico assorbente esterno. Scomodo, ingombrante, molto evidente e anche antigienico.

Cosa indossare

Abbiamo detto che sia il tampone che la coppetta sono assolutamente affidabili in fatto di tenuta e fuoriuscite, ma chi temesse di macchiarsi può indossare uno strategico costume nero o blu scuro.

E per i casi proprio estremi, possiamo anche decidere di indossare dei pantaloncini da togliere solo poco prima di entrare in acqua.

Sono dunque questi gli utili consigli per spensierate giornate al mare senza imbarazzi anche con le mestruazioni, e senza dover rinunciare a una bella giornata estiva con gli amici!

Per sicurezza, suggeriamo di portare comunque qualche tampone e degli assorbenti normali di ricambio, nonché un cambio per il costume, la biancheria intima e i pantaloncini.

Approfondimento

Mai più lenzuola, materassi e biancheria rovinati dal sangue mestruale grazie a questi 3 semplici rimedi naturali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te