Uso intelligente del piano cottura tradizionale o a induzione per risparmiare tanti euro in bolletta

In cucina sono molto utilizzati gli elettrodomestici. Sono di grande aiuto ma consumano anche una grande quantità di energia elettrica.

Ad esempio nell’articolo di cui qui il link abbiamo indicato come utilizzare in modo intelligente forno e frigo con congelatore. Restando sempre in tema cucina, presentiamo adesso dei consigli utili per un uso intelligente del piano cottura tradizionale o a induzione per risparmiare tanti euro in bolletta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Il piano cottura tradizionale

In merito al piano cottura tradizionale, alcune buone norme consentono di risparmiare fino al 50% di energia impiegata.

Un primo aspetto da tenere a mente riguarda le pentole utilizzate, per evitare dispersioni di calore e ridurre i tempi di cottura. Qui va preso in considerazione il materiale di produzione delle pentole, tipo rame, alluminio e acciaio.

Il rame ha una conducibilità di calore maggiore rispetto agli altri due materiali, con drastica riduzione dei tempi di cottura. Queste pentole sono tuttavia costose, oltre che delicate, e cambiano di colore e aspetto. Inoltre il rame, soprattutto a contatto con i cibi acidi, così come l’alluminio, può trasferirsi nei cibi e causare eventuale tossicità.

L’utilizzo della pentola a pressione è sicuramente un ottimo escamotage in termini di risparmio energetico, in quanto riduce del 50% i tempi di cottura.

Trucchi e consigli utili per un uso intelligente del piano cottura tradizionale o a induzione per risparmiare tanti euro in bolletta

Altro aspetto da considerare, oltre al materiale delle pentole, è anche la loro dimensione. Per non disperdere calore, il fornello deve trovarsi proprio al centro della base della pentola che dovrà perciò essere proporzionata allo stesso.

Al fine di risparmiare fino a un terzo dell’energia, non dimentichiamo la semplice regola del coperchio sulla pentola. Aiuta, infatti, a non disperdere il calore.

Se invece dobbiamo scaldare dell’acqua, per preparare una tisana o per cuocere pasta, verdure, etc, versiamola in pentola a temperatura ambiente. Questo trucco “banale” consentirà di abbattere il tempo per riscaldare e/o portare a bollore la nostra acqua.

La stessa filosofia di fondo vale se dobbiamo riscaldare dei cibi in pentola riposti precedentemente in frigo. Per ridurre il tempo di utilizzo dei fornelli, tiriamo fuori dal frigo i nostri alimenti in largo anticipo.

Il piano cottura a induzione

Procediamo nell’esporre altri consigli utili per un uso intelligente del piano cottura tradizionale o a induzione per risparmiare tanti euro in bolletta.

Si sta molto diffondendo l’uso del piano cottura ad induzione, ma quanto conviene in termini di consumi? Posta in termini di tempo necessario per riscaldare ad esempio 1 litro d’acqua, vince il piano ad induzione, che impiega soli 50 secondi. Il rendimento energetico dell’uso di piani ad induzione è pari al 90%.

Si tratta di una differenza importante rispetto allo stimato 50% che deriva invece dall’uso dei fornelli a gas. Questi infatti disperdono più calore e impiegano più tempo per cucinare la stessa pietanza. Ma tutto questo si traduce in un risparmio reale sui costi in bolletta?

L’uso del piano di induzione implica quasi sempre un incremento casalingo della potenza elettrica disponibile (da 3 kW fino a 6 kW). Inoltre l’energia elettrica è più costosa del gas.

In sintesi, l’uso dei piano ad induzione comporterebbe un consumo inferiore dato il maggiore rendimento energetico. Di contro però presentano dei costi maggiori (in termini di energia elettrica) rispetto all’utilizzo del piano di cottura tradizionale. Come quadrare il cerchio?

Parliamo di uso intelligente del piano cottura tradizionale o a induzione per risparmiare tanti euro in bolletta

Per massimizzare i vantaggi dei piani a di induzione bisognerebbe sceglierne uno dotato di funzioni avanzate, tali gestire al meglio i consumi.

Un’altra possibilità di massimizzare i vantaggi passa per l’eliminazione completa del gas in casa. In tal modo si eliminano le emissioni di CO2, ma anche le spese fisse e variabili legate alla sua fornitura. Questo potrebbe avvenire se ad esempio abbiamo in casa un riscaldamento che funziona con una pompa di calore elettrica e un impianto fotovoltaico per la produzione di energia.

Infine presentiamo l’ultimo dei consigli in merito all’uso intelligente del piano cottura tradizionale o a induzione per risparmiare tanti euro in bolletta. Ossia quello di ricercare una tariffa vantaggiosa per il contratto di fornitura dell’energia elettrica.

Consigliati per te