Un’isola con un borgo medioevale, due lingue d’acqua e una panchina gigante

C’è una terra che non viene citata spesso e che forse è più conosciuta all’estero che dai nostri connazionali.

Proviamo a chiudere gli occhi e immaginare lo scenario naturale che ci si può parare davanti visitando questa zona che vi sveleremo fra poco.

Un’isola con un borgo medioevale, due lingue d’acqua e una panchina gigante

Immaginiamo una terra collinare, verdeggiante che divide due laghi, uno più grande, detto appunto “maggiore” e l’altro più piccolo ma non meno cristallino. Non sarà un caso che quest’ultimo sia stato denominato il lago più romantico d’Italia!

I paesi pittoreschi che sorgono in questa striscia verde fra le acque sono di chiara vocazione turistica con signorili ville barocche. Viuzze e ciottolati che conducono ai ristorantini tipici fanno da contrasto con i larghi viali lungolago dove passeggiare cullati dalla brezza lacustre.

Stiamo parlando del Lago d’Orta, dei suoi splendidi borghi e dell’isola di San Giulio. Di questi meravigliosi luoghi ci siamo occupati in questo precedente articolo per evidenziarne la spiritualità.

Montagna e lago

Sul Lago d’Orta, località scelta di recente anche da Antonino Cannavacciuolo per aprire il suo prossimo ristorante extralusso, si è in montagna e al lago.

Partiamo da Ameno che probabilmente è il perfetto esempio per spiegare la citazione latina “nomen omen”, ossia Ameno di nome e anche di fatto!

Il Comune di Ameno ha scelto il turismo sostenibile, del vero contatto con la natura, con strutture ricettive diffuse piccole e familiari.

Dal 2003 si è realizzata una rete di percorsi trekking ad anello chiamata “Quadrifoglio di Ameno”. Questi itinerari sono percorribili a piedi, in mountain bike o a cavallo.

In questa verde località si trova anche una vera chicca! Nel Parco Avventura del lago è infatti possibile scattare un selfie o una foto ricordo su una panchina gigante totalmente in legno. La panchina è anche un punto panoramico con vista sul Lago d’Orta.

Altra attività  da provare con i bambini è il trekking in compagnia di splendidi esemplari di husky.

Scendendo verso il lago troviamo il borgo Orta San Giulia con la sua isola omonima.

L’isolotto è da visitare tutto l’anno per la Basilica di San Giulio e le numerose eleganti ville. L’isola di San Giulio si raggiunge comodamente in battello.

Questa è la magnifica località a un’ora e un quarto da Milano con un’isola, con un borgo medioevale, due lingue d’acqua e una panchina gigante.

Per approfondire: in questo articolo la Redazione ProiezionidiBorsa illustra un’altra località degna di essere visitata.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te