Unicredit, pronto per un Big Shot?

A cura di Gian Piero Turletti Autore degli Ebooks: Magic Box e PLT Edizioni Proiezionidiborsa

Siamo in chiusura di ottava, e paiono confermate le previsioni pubblicate prima del referendum in precedenti miei articoli: nessun sfracello, nessun drammatico ribasso, ma, anzi, allunghi rialzisti sino a qualche tempo fa difficilmente immaginabili, almeno per Piazza Affari.

Causa non ultima di questa situazione le prospettive sul comparto bancario, i cui problemi paiono avviati ad una più facile risoluzione, soprattutto con riferimento alla possibilità di interventi pubblici e fors’anche di una possibile nazionalizzazione di MPS, nel caso non riuscisse ad andare in porto l’amento di capitale.

Del rialzo in corso ha beneficiato anche Unicredit, ma con quali target e quali prospettive?

Lo domandiamo a Magic box settato nel breve e medio periodo, ed a PLT, per quanto concerne il lungo termine.

Sul titolo sono evidenti due rilevanti pattern di Magic box.

Il primo, di breve termine, proiettava un target in overshooting rialzista in area 2,6 per/entro l’8 dicembre, obiettivo pienamente centrato proprio nella seduta di ieri.

E’ quindi possibile qualche ritracciamento, ma le prospettive rialzista sul titolo non si fermano su questi livelli.

Un più ampio pattern rialzista proietta i seguenti target: 3,12, poi in overshooting sino a 3,824, entro i seguenti setup: 18 gennaio, 29 marzo, 22 maggio. Interessanti, però, anche le prospettive di lungo termine.

Si sta infatti formando un segnale di inversione rialzista di lungo, da confermare prima in chiusura di dicembre, poi con eventuale successiva conferma mensile, secondo le tecniche Big Shot e PLT.

 

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te