Un’altra settimana è passata e l’oro continua nella sua lunga e tediosa fase laterale

Un’altra settimana è passata e l’oro continua nella sua lunga e tediosa fase laterale. Nulla, infatti, è cambiato rispetto a quanto scritto settimana scorsa.

Vista la prolungata incertezza diventa sempre più probabile lo scenario che vede schizzare improvvisamente le quotazioni o al rialzo o al ribasso.

L’unico consiglio è di rimanere prudenti e monitorare con attenzione i livelli indicati sui grafici.

Un’altra settimana è passata e l’oro continua nella sua lunga e tediosa fase laterale: le indicazioni dell’analisi grafica

L’oro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 22 gennaio in ribasso dello 0,52% rispetto alla seduta precedente a quota 1.856,2 dollari. La settimana, invece, si è chiusa con un rialzo dello 1,44%.

Time frame settimanale

Continua il balletto delle chiusure settimanali sopra e sotto  area 1.825,7 dollari. Diventa, quindi, molto difficile capire cosa accadrà nelle prossime settimane. In particolare distinguere tra lo scenario rialzista (linea continua) e quello ribassista (linea tratteggiata).

Monitorare con attenzione i livelli indicati in figura. Lo Swing Indicator rimane sempre impostato al ribasso.

oro

ORO: proiezione ribassista (linea tratteggiata) in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

Sul mensile continua la situazione d’incertezza con le quotazioni che continuano a oscillare intorno ad area 1.845,8 dollari con estremi di oscillazione area 1.990 dollari e 1.745 dollari. Solo la definitiva rottura dei due livelli indicati darebbe direzionalità alle quotazioni.

In quest’ottica è interessante notare che l’estremo inferiore di questo intervallo di oscillazione corrisponde al I obiettivo di prezzo della proiezione ribassista sul settimanale. Sono, quindi, molto probabili discese fino a questo livello, ma la sua tenuta potrebbe favorire una ripartenza al rialzo. In caso contrario le quotazioni potrebbero raggiungere area 1.600 dollari dove si potrebbe concretizzare un ottimo punto d’ingresso.

oro

ORO: proiezione ribassista (linea tratteggiata) in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te