Una sorprendente idea di riciclo per i contenitori del take away

Questo periodo ci ha portato tante novità, fra cui l’esponenziale aumento del cibo da asporto o a domicilio. Questa pratica però produce un’enorme quantità di plastica. I vari sacchetti e scatoline necessari per il trasporto finiscono inevitabilmente nel cestino. Se pensiamo al cibo ordinato da un ristorante cinese o giapponese, ci vengono subito in mente le confezioni per il sushi e per la soia. Bene, esiste una sorprendente idea di riciclo per questi contenitori del take away. Vediamola insieme.

Scatole del sushi

Il nostro sushi arriva in delle scatole che richiamano quelle tradizionali giapponesi, chiamate bento. Queste hanno il fondo scuro e il coperchio rialzato trasparente. Dopo aver consumato il pesce, invece di buttare queste confezioni possiamo decidere di riutilizzarle. Puliamole accuratamente e lasciamole asciugare. A questo punto possiamo trasformarle in una piccola serra. Queste, infatti, possono garantire l’isolamento necessario per far germinare il seme prima di piantarlo nel terreno. È sufficiente riempire il fondo della scatola di terriccio e praticare dei piccoli fori con le dita.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

È in questi piccoli alloggiamenti che dovremo disporre i nostri semi. Copriamoli compattando leggermente il terreno e passiamo al coperchio. Utilizziamo un chiodo o delle forbici appuntite per praticare dei fori nella plastica. Questi permetteranno il passaggio dell’aria senza lasciar uscire troppo umidità. Adesso non ci resta che comportarci come per un normale semenzaio. Innaffiamo i nostri semi con un nebulizzatore con regolarità e aspettiamo i nostri germogli.

Le scatoline di zenzero e soia

Un altro contenitore che finisce inevitabilmente nel cestino è quella piccola scatolina tondeggiante con coperchio a cerniera. Generalmente questa contiene soia, zenzero o wasabi. Teniamo a mente che possiamo preservarli a lungo dopo il nostro ordine al ristorante. In ogni caso, dopo aver consumato il contenuto di queste confezioni siamo pronti a riutilizzarle. Laviamole accuratamente e lasciamole asciugare con il coperchio aperto. Accertiamoci di eliminare del tutto gli odori forti.

Adesso ci ritroviamo con una confezione trasparente di dimensioni difficili da trovare in un classico negozio. Possiamo usarle per contenere proprio i semi rimasti dal nostro semenzaio. Basterà scriverci sopra a quale pianta appartengono con un pennarello indelebile. Possono anche contenere le foglie essiccate delle nostre piante aromatiche o semplicemente delle spezie.

Ecco quindi spiegata questa sorprendente idea di riciclo per i contenitori del take away. Per sapere come riciclare le bottiglie di plastica nell’orto in modo intelligente consigliamo il seguente articolo.

Consigliati per te