Una sensazionale scoperta sui cani svela come facciano a tornare a casa da incredibili distanze

Non sembrerebbe vero che il nostro fido amico, molto spesso accucciato ai nostri piedi per farci compagnia, possegga delle qualità eccezionali. I nostri amati cani svelano delle capacità che solo chi possiede un satellite in orbita riesce a vantare. Ma se tutto questo finora sembrava un mistero, finalmente una sensazionale scoperta sui cani svela come facciano a tornare a casa da incredibili distanze.

Le due grandi capacità dei cani

Tutti conosciamo la potenza incredibile che ha il fiuto dei cani. Non solo riescono a percepire degli odori a distanze chilometriche, ma anche a individuare un odore specifico nella confusione di tanti altri odori diversi.

È un po’ come entrare in una profumeria in cui tutti i profumi sono aperti e riuscire a percepire l’essenza di quello che cerchiamo. L’olfatto del cane è tale che ancora attualmente non si riesce a riprodurre la sua grande sensibilità anche con le macchine più avanzate.

La seconda grande capacità dei cani è quella di sapersi orientare a meraviglia, riuscendo a tornare sempre indietro. Ci sono stati nella cronaca degli Stati Uniti d’America alcuni episodi di cani che sono tornati indietro da migliaia di chilometri di distanza. La scienza si è così messa all’opera per spiegare questo incredibile fenomeno.

Una sensazionale scoperta sui cani svela come facciano a tornare a casa da incredibili distanze

Gli scienziati hanno cominciato ad osservare un fenomeno abbastanza strano e curioso. I cani quando fanno la cacca eseguono una sorta di rituale. Cominciano a muoversi come se cercassero qualcosa. Poi si accovacciano e fanno i loro bisogni. Gli studiosi, osservando questa scena, hanno scoperto che i cani nel fare cacca si orientano tutti sull’asse Nord Sud. È come se avessero la capacità di percepire il campo magnetico terrestre, che orienta sempre verso il Nord.

Questa capacità d’orientamento Nord-Sud del cane è stata anche confermata da alcuni studi. Esperienze sul campo in seguito hanno mostrato come i cani sappiano orientarsi in natura per ritornare al luogo d’origine e questo senza usare l’olfatto. Inoltre vi ritornano partendo da luoghi a loro sconosciuti e scegliendo fra tante possibilità di percorso il tragitto più breve.

Una bussola incorporata

Ma cosa permette ai cani di percepire questo campo con una precisione senza errori? Di certo non il naso che non è magnetico e percepisce piuttosto gli odori. Ebbene sono stati scoperti dei batteri presenti nella flora batterica intestinale chiamati “magnetotattici”. Sono carichi di ferro e sensibili al campo gravitazionale terrestre, per cui si orientano tutti in gruppo verso il Nord.

I cani sembra che abbiano la capacità di collegarsi con questi batteri e sappiano così orientarsi in natura. In pratica è come avere una bussola incorporata dentro di sé. La cosa interessante è che questi batteri sono presenti anche nell’uomo. Chissà forse se un giorno non avremo più bisogno di essere connessi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te