Una notizia bomba ha creato scosse telluriche tra le banche e in Borsa alimentando clamorose indiscrezioni che alla fine zavorrano Piazza Affari

Guardando il risultato di oggi di Piazza Affari si può pensare ad una seduta piatta, abusando di un termine molto usato dai commentatori finanziari. In realtà sul listino milanese oggi sono accadute molte cose, in particolare in un settore che da qualche giorno è in tensione. Titoli che guadagnavano molto al mattino nel pomeriggio hanno perduto i guadagni fatti. Altri sono entrati nel mirino degli investitori spinti da indiscrezioni. Ma a Milano, oggi, alcuni titoli in particolare sono stati protagonisti della seduta. Probabilmente di questi ne sentiremo parlare anche nelle prossime settimane.

Una notizia bomba ha creato scosse telluriche tra le banche e in Borsa alimentando clamorose indiscrezioni che alla fine zavorrano Piazza Affari

L’andamento dei prezzi delle azioni bancarie oggi in Piazza Affari è il segnale che qualcosa di grosso si sta muovendo nel settore del credito. E probabilmente in una direzione per molti inaspettata. Gli Esperti di ProiezionidiBorsa avevano parlato di quanto sta accadendo ad alcuni titoli del settore bancario in questo articolo. In particolare l’attenzione era caduta su Unicredit, Banco BPM e BPER Banca.

Al protagonismo di queste tre banche oggi se n’è aggiunta un’altra, che scombussola le carte in tavola. Una notizia bomba ha creato scosse telluriche tra le banche e in Borsa alimentando clamorose indiscrezioni che alla fine zavorrano Piazza Affari. Banca Popolare di Sondrio stamani ha attirato l’attenzione del mercato. Lo dimostrano i volumi di scambio quasi decuplicati rispetto alla media degli ultimi 30 giorni. A dare fuoco alle polveri è stata una notizia arrivata nella serata di martedì e che ha avuto forti ripercussioni nel settore bancario. L’amministratore delegato di Unipol, Carlo Cimbri, ha annunciato che la società bolognese ha acquisito il 6,6% del capitale della banca valtellinese. Sommato al precedente 2,9%, porta Unipol a possedere quasi il 10% di Popolare di Sondrio.

Una mossa che cambia lo scenario

Questa mossa cambia lo scenario prospettato fino a ieri. Infatti diventa concreta l’ipotesi di una scalata di Unipol a Popolare di Sondrio. Questa, poi, potrebbe essere fusa con BPER Banca, di cui Unipol possiede il 20% del capitale. Di conseguenza si allontana l’ipotesi di matrimonio tra la stessa BPER e Banco BPM. Mentre torna in auge l’ipotesi di matrimonio di Unicredit con Banco BPM.

Ovviamente tutto questo ha creato dei forti sommovimenti sui titoli bancari. Banca Popolare di Sondrio in mattinata è arrivata a guadagnare il 6%, ma poi ha chiuso in calo. BPER Banca e Unipol sono stati i due peggiori titoli del paniere dei maggiori 40 per capitalizzazione di Piazza Affari. Solo Banco BPM ha guadagnato lo 0,46%. Al termine della seduta il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha ceduto lo 0,4% terminando a 24.778 punti.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te