Una mela al giorno leva il medico di torno

Il famoso adagio che una mela al giorno leva il medico di torno si basa sulle molteplici proprietà benefiche di questo frutto. Non a caso nel famoso giardino dell’Eden il destino dell’umanità si giocò per una mela. Paride, principe troiano cedette una mela d’oro alla Dea più bella. Isaac Newton provò la teoria della forza di gravità della terra facendosi cadere una mela sulla testa.

Talmente benefica da essere alla base di alcune diete specializzate incentrate solo su di essa.  Ogni frutto apporta infatti solo 50 calorie circa su 100 grammi di prodotto. Innanzitutto la sua polpa e la sua buccia contengono la pectina, una fibra che stimola la digestione attraverso la mucosa intestinale. La pectina è riconosciuta anche dai ricercatori per il suo ruolo di prevenzione del cancro. I sali minerali e le vitamine contenuti nella mela aiutano il nostro sistema immunitario nelle funzioni di sviluppo difensivo per le infezioni e le malattie respiratorie. Alimento fondamentale anche nelle diete di disintossicazione e di depurazione del fegato. La mela infatti aiuta il fegato a pulire intestino e liberarlo dalle tossine. Ottima anche per le potenzialità digestive.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Protagonista di campagne pubblicitarie

La mela è stata per anni oggetto testimone delle campagne pubblicitarie a favore dell’igiene dentale, con lo slogan che una mela al giorno leva il medico di torno. Uno dei suoi pregi infatti riguarda lo sviluppo di fattori contrastanti nella saliva in grado di combattere le carie e le infezioni orali.

Mille varietà

Oggi in commercio si trovano mille varietà di mele, tutte benefiche. Contenendo il fruttosio, unico zucchero con un basso indice glicemico dona anche energia. Il 13 per cento del suo contenuto sono fibre, il 20 vitamine. Molte di queste nella buccia, ecco perché si consiglia di mangiarla intera e non affettarla.

La qualità rossa migliore alleata della dieta

Se si mangiano mele per perdere chili, allora le migliori sono quelle rosse. Contengono infatti il piruvato, nella buccia, elemento chimico prodotto dal nostro fisico che attacca i grassi alleandosi nella funzione espellente al metabolismo.

La mela verde fonte di giovinezza

La qualità verde incarna al meglio il detto che una mela al giorno leva il medico di torno. È considerata infatti il frutto della giovinezza, perché ricca di Vitamina C e antiossidanti che contrastano i radicali liberi e limitano l’invecchiamento cellulare.

La mela gialla

La mela gialla infine è utile per la vista, contenendo al pari delle carote, i carotenoidi, che favoriscono la salute della vista, soprattutto notturna. Tanto da essere consigliata a tutti quei lavoratori che svolgano il proprio turno con poca luce. Importante anche quale antirughe per la pelle, contribuendo a mantenerla lucida e pulita.

Approfondimento

Digerire bene per stare meglio

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te