blank

Una malattia silente che potremmo avere tutti noi ma non ce ne accorgiamo fino ai prossimi esami

Dati alla mano sono oltre 4 milioni gli italiani che soffrono del cosiddetto “diabete di tipo 2”. Una malattia silente che potremmo avere tutti noi ma non ce ne accorgiamo fino ai prossimi esami. Purtroppo, chi ne soffre, nel primo periodo non avverte alcun disturbo e, addirittura, potrebbe accorgersene quando ormai è troppo tardi. Perché in molti casi, la scopriamo dalle analisi mediche e specialistiche addirittura dopo un ictus o un infarto. I medici la definiscono un’epidemia legata alla vita moderna e alle sue cattive abitudini. Vediamo con i nostri Esperti cosa trattiamo in questo articolo, grazie al parere di un medico.

Per anni può anche non manifestarsi

Quando i medici consigliano di effettuare almeno ogni anno le analisi complete del sangue è per scongiurare anche questi tipi di malattie. Il diabete di tipo 2, se non ci manteniamo in allerta, può anche non manifestarsi, se non dopo del tempo, con l’aumento del bisogno di fare la pipì. Se preso troppo tardi, può anche pericolosamente andare a incidere sul cuore, come abbiamo visto, ma anche su occhi, reni e sistema nervoso. Una malattia silente che potremmo avere tutti noi ma non ce ne accorgiamo fino ai prossimi esami.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come prevenire questa malattia

Sono principalmente due i sistemi per prevenire il diabete di tipo 2:

  • un’attività fisica e sportiva regolare;
  • una dieta bilanciata, con la presenza di tanta frutta e verdura.

Attenzione, però che sono purtroppo fondamentali nella sua formazione anche il fumo e il sovrappeso. Ipertensione arteriosa ed elevato livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue formano il suo terreno ideale per formarsi.

Perché nasce e si forma anche a causa di queste cattive abitudini

Il diabete di tipo 2 nasce quando il nostro organismo non riesce a utilizzare correttamente l’insulina. Sostanza, ricordiamo, che il pancreas produce per introdurre lo zucchero nelle cellule, per diventare fonte di energia per l’organismo. Nel momento in cui l’insulina non riesce a fare la sua attività al meglio, lo zucchero, o glucosio, si accumula eccessivamente nel sangue, dando il via a una serie di disturbi. I medici ricordano anche di tenere a portata di mano o di acquistare dei comodi apparecchi in grado di misurare costantemente la nostra glicemia. Ma, mai come nel caso di questa malattia silente, la prevenzione è la vera cura.

Approfondimento  

Ecco dove non dobbiamo mai mettere il cellulare per non rovinarlo o minare la nostra salute

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te