Una guida completa a tutti gli incentivi per gli immobili nel 2021

Per molti anni, gli immobili sono stati una delle forme di risparmio preferite dagli italiani. Il valore delle case, specie nelle grandi città, è cresciuto nel tempo in maniera costante rivalutandosi considerevolmente di anno in anno. Inoltre, la volontà diffusa di acquistare casa rendeva vivace il mercato delle compravendite e sicuro quello delle locazioni. Gli italiani, infatti, tendevano a restare in affitto per pochi anni abbassando così il rischio insolvenze e liberando velocemente i beni locati.

Negli ultimi anni, abbiamo però assistito ad un’inversione di tendenza che ha messo in crisi molti risparmiatori. Molti proprietari si trovano oggi con un patrimonio poco redditizio e bisognoso di continui lavori di manutenzione. Oggi, però, il Governo ha emanato una serie di norme utili ad incentivare le ristrutturazioni grazie a stimoli economici e bonus fiscali. Vediamo quindi una guida completa a tutti gli incentivi per gli immobili nel 2021.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Non solo superbonus 110%

Come analizzato in un nostro approfondimento, l’investimento nel mattone è diventato sempre meno vantaggioso ma gli incentivi possono aiutare i risparmiatori. Per riqualificare il patrimonio immobiliare del Paese non c’è soltanto il noto superbonus 110% ma anche altri importanti opportunità. Gli italiani possono infatti beneficiare di una detrazione decennale per le ristrutturazioni pari al 50% della spesa. Le stesse condizioni permettono di cambiare il mobilio o installare una colonnina di ricarica per veicoli elettrici. Per rifare le facciate dei condomini l’agevolazione sale al 90% con il bonus facciate. La ristrutturazione delle parti comuni degli edifici comportano invece un vantaggio fiscale dal 70% al 75% del costo.

Una guida completa a tutti gli incentivi per gli immobili nel 2021

Il sisma bonus aiuta chi vive in zone a rischio terremoti a rendere antisismiche le case con un vantaggio fiscale rilevante. Fino all’85% del costo sostenuto detraibile in soli 5 anni dalla dichiarazione dei redditi. Più modesto è il bonus verde che rimborsa il 36% delle spese per giardini ed aree verdi. Il bonus idrico, infine, prevede un’erogazione una tantum fino a 1.000 euro per sostituire rubinetti e sanitari. Una guida completa a tutti gli incentivi per gli immobili nel 2021 non può non contemplare i due superbonus 110%. Efficientare un immobile residenziale a livello energetico o ridurne significativamente il rischio sismico può addirittura far guadagnare. Lo Stato rimborsa determinati interventi che rientrano in queste categorie per un importo superiore ai costi sostenuti con un ammortamento decennale. In alternativa è possibile cedere la fattura ad un Ente finanziario ottenendo un beneficio pari all’importo della stessa.

Consigliati per te