Una dieta iperproteica potrebbe danneggiare i nostri reni, scopriamo in che modo e come essere equilibrati

pasto

Le proteine ​​si trovano nella carne, nei latticini, nelle uova, nel pesce, ma il fabbisogno può essere soddisfatto anche con alimenti di origine vegetale.

Agli atleti piace usare proteine ​​in polvere e frullati proteici aggiuntivi alla loro dieta, ma è davvero necessario? Di quante proteine ​​ha bisogno il corpo e quali sono le sue funzioni? Cosa accade al nostro organismo se ne assumiamo troppe? Scendiamo nei dettagli.

Una dieta iperproteica potrebbe danneggiare i nostri reni, scopriamo in che modo e come essere equilibrati

Insieme a grassi e carboidrati, le proteine ​​sono tra i macronutrienti che forniscono energia. Da un punto di vista chimico sono costituite da aminoacidi, di cui il nostro organismo ha bisogno per mantenere le sue funzioni corporee.

Quindi dobbiamo consumare proteine, che vengono scomposte in aminoacidi durante la digestione e garantiscono così lo sviluppo e il mantenimento di muscoli, organi, cartilagini, ossa, pelle, capelli e unghie.

Tutti sanno che il componente principale dei nostri muscoli sono le proteine ​​endogene. È da qui che deriva la convinzione che più si mangiano e più muscoli si possono costruire.

Ma un’alimentazione iperproteica non è necessaria, anzi potrebbe essere addirittura dannosa, come altri tipi di diete.

Un’assunzione eccessiva di proteine ​​può mettere a dura prova i reni, poiché le proteine ​​in eccesso vengono convertite in urea e devono essere trasportate via attraverso i reni con l’urina.

L’assunzione di dosi elevate di singoli aminoacidi sotto forma di preparati proteici può anche portare a uno squilibrio nel metabolismo degli aminoacidi che, di conseguenza, può portare a disturbi neurologici.

Quale sarebbe il fabbisogno proteico di un adulto?

Visto che una dieta iperproteica potrebbe danneggiare i nostri reni, vediamo quale sarebbe il fabbisogno proteico di un adulto.

Bisognerebbe assumere circa 0,8 g di proteine ​​per chilo di peso corporeo ogni giorno e si può fare serenamente con l’alimentazione.

Pertanto, di solito non sarebbe necessario un apporto proteico aggiuntivo attraverso speciali preparati proteici.

La maggior parte degli alimenti proteici conterrebbe tante proteine ​​per 100 g di cui avremmo bisogno per pasto.

Le proteine si possono assumere con la carne, il pesce, i latticini, le uova, ma anche con alimenti vegetali. Più la struttura degli aminoacidi del cibo assomiglia a quella del corpo umano, maggiore è il valore biologico.

Meglio evitare proteine ​​in polvere, frullati proteici, barrette proteiche e altri prodotti che aumentano artificialmente l’assunzione giornaliera di proteine, perché se già stiamo consumando abbastanza proteine con l’alimentazione, potremmo assumerne una quantità eccessiva e affaticare i reni.

Più colorata e diversificata è la nostra dieta, maggiore è la possibilità di aumentare il valore biologico del nostro apporto proteico.

Lettura consigliata

Un giorno di digiuno alla settimana farebbe perdere peso, scopriamo come funziona

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te