Una crostata rustica salvacena e formidabile che ci farà piangere non per la farcitura di cipolle ma per la sua irresistibile bontà

La cipolla è un ortaggio diffusissimo nella dieta mediterranea e nella tradizione culinaria del nostro paese. Come base per il soffritto, come ingrediente nella frittata, cruda nelle insalate, dona sempre quel tocco in più ad ogni preparazione.

Le varietà di cipolla

Di cipolle ce ne sono di diverse tipologie e di diversi colori: bianca, rossa, ramata. La cipolla bianca è più croccante se mangiata cruda, mentre diventa dolciastra se cotta. Invece è più intensa nel profumo, e più  decisa nel sapore, oltre che dolce, la cipolla rossa cruda. Quella ramata, per contenuto solforoso, è la più intensa. Bisogna cucinarla, per farle sprigionare tutta la sua dolcezza.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Oggi proponiamo la ricetta veloce di una crostata rustica salvacena e formidabile che ci farà piangere non per la farcitura di cipolle ma per la sua irresistibile bontà.

Per facilitarci e velocizzare i tempi di preparazione, proponiamo una base di pasta frolla già pronta. E anche per ricordare, con questa preparazione rustica (nella forma) e dal sapore un pò più dolce, la crostata dolce.

In alternativa, si potrebbe preparare un rustico solo salato con una pasta sfoglia pronta.

Procediamo con la crostata rustica salvacena e formidabile

Ecco gli ingredienti occorrenti:

a) 400 gr di cipolle rosse;

b) 200 gr di ricotta;

c) 500 gr di pasta frolla già pronta;

d) 100 gr di pecorino grattugiato;

e) 100 ml di latte

e) 10 gr di tartufo nero;

g) un uovo;

h) olio, sale, quanto basta.

Diamo inizio alla preparazione

Peliamo e tagliamo a pezzetti le cipolle. Facciamole cuocere, su fiamma bassa,  per circa dieci minuti, in una casseruola, insieme al latte e a un cucchiaio di olio.

A parte, amalgamiamo bene la ricotta con un uovo sbattuto e il parmigiano. Aggiungiamo le cipolle e il tartufo nero, aggiustiamo di sale.

Intanto, stendiamo con il matterello la pasta frolla, creando la base e anche le strisce per la crostata.

Imburriamo e infariniamo una terrina, stendiamo sul fondo e sui bordi la pasta, bucherelliamo con una forchetta. Versiamo il composto di ricotta e cipolle. Infine, completiamo con le strisce della crostata in superficie.

Inforniamo a 180°, per circa trenta minuti, fino a che la superficie non risulterà ben dorata.

Nulla da eccepire! Abbiamo davanti una crostata rustica salvacena e formidabile, che ci farà piangere non per la farcitura di cipolle ma per la sua irresistibile bontà.

Infine, in quest’altro articolo presentiamo la ricetta della fantastica pasta e cipolle, dal sapore semplice ma intenso e genuino.

Consigliati per te