Una borsa di studio da 250 euro per 30mila studenti

La Regione Campania, per il secondo anno consecutivo, mette a disposizione una borsa di studio da 250 euro per 30mila studenti residenti in Campania. Quest’ultimi devono essere iscritti ad istituti secondari di secondo grado, scuole pubbliche o private “paritarie”.

L’iniziativa rientra tra le attività permesse dal Fondo Unico dello Studente, istituito dal MIUR, rivolto a studenti provenienti da famiglie con reddito basso. Ebbene, non tutti gli iscritti possono accedere a questa misura di aiuto.

Requisiti

La Regione Campania ha provveduto alla pubblicazione ufficiale del bando. I nostri Esperti, hanno dato un’occhiata ie con questo articolo vogliono dare le notizie più importanti.

La Regione ha stanziato un importo di 7.500.000 euro per gli studenti appartenenti a famiglie con ISEE 2021 inferiore a 15.748,48 euro. Questi potranno prendere parte al bando. Da calcoli effettuati i beneficiari saranno 30.242 studenti e potranno acquistare con i 250 euro libri di testo, prodotti, beni e servizi per accrescere la preparazione culturale e formativa.

Chi deve presentare la domanda

Gli studenti maggiorenni possono presentare la domanda direttamente in prima persona mentre per i minorenni deve provvedere uno dei genitori. Bisogna presentare la domanda esclusivamente attraverso la piattaforma online dedicata della Regione Campania.

Dunque non è ammessa nessuna altra modalità di invio come raccomandata o consegna a mano. Attenzione: l’invio delle domande dovrà partire dalle ore 10.00 dell’8 aprile e terminare alle ore 22.00 del 23 aprile 2021.

Quali documenti bisogna avere

Per ottenere la borsa di studio #IoStudio per l’anno scolastico 2020/2021 basta registrarsi in pochi minuti sulla piattaforma. Durante l’iscrizione è indispensabile possedere il modello ISEE in corso di validità. Inoltre devono essere acquisiti in formato digitale il documento di riconoscimento e il codice fiscale del richiedente e del beneficiario nel caso di età inferiore a 18 anni.

Altri documenti da tenere a portata di mano sono l’indirizzo ed il codice meccanografico dell’Istituto Scolastico frequentato, altrimenti la domanda non può essere inviata. Perciò, la prima cosa da fare è mettere insieme questi documenti. Poi dall’8 aprile al via le domande per una borsa di studio da 250 euro per 30mila studenti.

Consigliati per te