Una banca oggi ha sabotato l’allungo di Piazza Affari che avrebbe potuto schizzare in alto

Per la Borsa di Milano è stata una occasione persa. Il listino oggi è partito prudente, poi ha preso coraggio ed ha iniziato a correre. Ma nel pomeriggio ha frenato ed è indietreggiato. Un titolo in particolare ha stoppato il listino milanese. Una banca oggi ha sabotato l’allungo di Piazza Affari che avrebbe potuto schizzare in alto.
Vediamo cosa è accaduto con l’analisi dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

L’indice Ftse Mib tenta l’attacco ai 20mila punti, ma fallisce

La seduta di oggi ha visto un avvio prudente dei prezzi dell’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB). Ma poi, col passare dei minuti, l’indice ha preso coraggio e i prezzi hanno iniziato a salire con decisione.

Sembrava la volta buona. Dopo giorni di frustranti piccoli movimenti, finalmente l’indice delle blue chip mostrava forza e coraggio. Probabilmente una forza e un coraggio che gli derivavano dalla Borsa di New York, che ieri ha chiuso in deciso rialzo.

Wall Street sembra essersi messa alle spalle le turbolenze dei giorni scorsi e Piazza Affari sembrava potere godere di questo nuovo clima. Ed invece, appena i prezzi dell’indice Ftse Mib hanno messo piede oltre i 20.000 punti, è arrivata l’inversione.

A ridosso delle ore 15,00, l’indice ha preso a scendere nuovamente. E proprio in concomitanza della apertura della Borsa USA, da cui provenivano segnali confortanti.

Una banca oggi ha sabotato l’allungo di Piazza Affari che avrebbe potuto schizzare in alto

Alla fine della giornata l’indice Ftse Mib ha chiuso sì in rialzo dello 0,8%, ma sotto la soglia dei 20mila punti. I prezzi hanno terminato a 19.956 punti.

Tuttavia peggio ha fatto la Borsa tedesca, che ha chiuso con un apprezzamento dello 0,2%, appesantita da dati macroeconomici che complicano la ripresa dell’economia. Risultato che ha inciso negativamente sull’indice Paneuropeo Euro Stoxx, che ha guadagnato poco meno della 0,5%.

A spingere al rialzo oggi Piazza Affari, sono stati i titoli della galassia Fiat. Fca ha guadagnato il 9%, sulla notizia di un taglio ai dividendi promessi agli azionisti, ma inferiore alle stime di mercato.

Un assist inaspettato per la Borsa di Milano che poteva salire ancora. Invece una banca oggi ha sabotato l’allungo di Piazza Affari che avrebbe potuto schizzare in alto.

Unicredit ha zavorrato la corsa dell’indice Ftse. Il titolo azionario ha perso l’1,7% e, cosa peggiore, è sceso sotto gli 8 euro. Probabilmente senza la seduta negativa della banca, l’Ftse Mib avrebbe chiuso sopra i 20.000 punti.

 

Approfondimento

Per conoscere l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa, clicca qui.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te