Un trucco per salvare la casa

Si può evitare di demolire un abuso edilizio anche se si è ricevuto un ordine in tal senso? Molti sapranno che il reato per abuso edilizio può cadere in prescrizione e quindi c’è una possibilità di “salvarsi”. Pochi sapranno, invece, che evitare la demolizione di un abuso edilizio è possibile, usando un trucco per salvare la casa.

Abuso edilizio e ordine di demolizione

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il reato di abuso edilizio si verifica qualora un soggetto proceda con i lavori di costruzione senza chiedere la concessione. Al procedimento penale segue, di norma, una sanzione accessoria che configura come ordine di demolizione della costruzione abusiva.

Mentre il reato è prescrittibile (4 o 5 anni), l’ordine di demolizione non ha scadenza. Anzi può essere emesso dal Comune di riferimento anche dopo moltissimo tempo e anche se la proprietà è stata venduta ad un soggetto diverso, cui non è imputabile il reato di abuso. Sarà spontaneo a questo punto chiedersi come sia possibile evitare di demolire una costruzione se l’ordine non arriva mai a scadenza. In realtà un modo c’è e a dirlo è proprio la Cassazione.

Un trucco per salvare la casa

Quando si riceve l’ordine di demolizione, il soggetto imputato alla stessa può “salvare” l’immobile chiedendo la sospensione dello stesso. Per fare ciò è necessario dimostrare di aver fatto richiesta per un permesso a costruire in sanatoria. Oltre alla richiesta, bisognerà dimostrare che si è effettivamente in attesa di una modifica del piano urbanistico da parte del Comune. Solitamente è facile ottenere la sospensione dell’ordine, specie per gli abusi edilizi di piccola portata.

Cosa succede se non si sospende l’ordine e non si procede alla demolizione?

Nel caso in cui non si riesca ad ottenere la sospensione dell’ordine, si dovrà assolutamente procedere con la demolizione della costruzione. Non farlo comporta rischi elevati: insomma, il gioco non vale la candela. Infatti, se entro 90 giorni dalla notifica, la demolizione non è avvenuta, l’immobile e l’area di pertinenza ad esso connessa, il Comune li acquisisce in via gratuita, diventando parte integrante del patrimonio disponibile dello stesso.

Approfondimento

Si può vendere o comprare un immobile con abuso edilizio?

Consigliati per te