Un trucco eccezionale e a costo zero per impedire al proprio gatto o ai gatti randagi di fare la pipì sulle nostre piante uccidendole

I nostri gatti sono una fonte inesauribile di gioia e di monellerie. Spesso, infatti, si divertono a rovesciare i vasi che contengono le nostre preziose piante o a farci dentro la pipì. Se invece non possediamo dei gatti, spesso li vediamo comunque gironzolare nel nostro giardino. A volte, per colpa loro le piantine dell’orto che abbiamo cresciuto con tanta cura subiscono un’innaffiatura piuttosto sgradita. Infatti, il fatto che la pipì dei gatti sia nociva per le piante non è una leggenda popolare. Per questo oggi proponiamo un trucco eccezionale e a costo zero per impedire al proprio gatto o ai gatti randagi di fare la pipì sulle nostre piante uccidendole.

Qual è il problema con la pipì?

I gatti generalmente orinano vicino alle piante per utilizzarle come un avvertimento. Con quell’atto infatti stanno segnando il loro passaggio e marcando il territorio. Oltre all’odore particolarmente sgradevole, la pipì del gatto contiene delle sostanze che fanno male alle piante grande quantità. Infatti, questa contiene un’altissima percentuale di ammoniaca e azoto. Questi due elementi possono bruciare le foglie e poi fusti delle nostre piantine. Se non interveniamo tempestivamente potrebbero soccombere del tutto, ma a volte è comunque troppo tardi. In ogni caso, se ci accorgiamo che una pianta sta appassendo improvvisamente per nessun motivo apparente innaffiamola abbondantemente, senza esagerare. Infatti, l’acqua deve comunque defluire e non ristagnare in superficie. Adesso però vediamo come agire in maniera preventiva.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Un trucco eccezionale e a costo zero per impedire al proprio gatto o ai gatti randagi di fare la pipì sulle nostre piante uccidendole

Per evitare che i nostri gattini si avvicinino alle nostre piante possiamo sfruttare i loro sensi sviluppati contro di loro. Esistono infatti degli odori a cui i gatti sono particolarmente sensibili, e noi possiamo utilizzare quelli a loro sgraditi. Tra questi ci sono l’odore di limone, aglio e peperoncino. Tanti sono i modi per portare questi odori nell’orto, in giardino o nei nostri vasi in modi diversi. Ad esempio, possiamo intingere del cotone in acqua bollita con questi particolari aromi e posizionarlo intorno alla pianta. Oppure, coltivare direttamente dell’aglio o del peperoncino fra le nostre piantine. Possiamo anche sfruttare l’acqua bollita con uno di questi ingredienti e spruzzarla sulle piante una volta raffreddata. Comunque decidiamo di agire, otterremo il doppio effetto di scacciare sia i gatti che i parassiti. Possiamo ottenere lo stesso risultato anche grazie a questo ingrediente assolutamente economico che tutti abbiamo in casa.

Consigliati per te