Un titolo in aumento del 500% in 5 anni e che crescerà ancora

Quando si parla di azioni in crescita è difficile pensare ad un titolo in aumento del 500% in 5 anni e che crescerà ancora. Ma a differenza di quello che si potrebbe credere, esiste.

Un titolo che riesce ad intercettare tutti i nuovi trend di consumo

Ieri il premier italiano Giuseppe Conte ha preso tutti alla sprovvista: sebbene ci siano alcune concessioni dalle restrizioni finora imposte, non c’è ancora la possibilità di apertura dei negozi. Il che costringerà molti a continuare ad ordinare su Internet. Finora, poi, moltissimi hanno lavorato da remoto, sfruttando le potenzialità del cloud. Insomma, da qualsiasi lato lo si voglia vedere, c’è un titolo che riesce ad intercettare tutti i nuovi trend di consumo e le abitudini lavorative che il Covid ha rimodulato. Amazon. In realtà la creatura di Jeff Bezos sta cavalcando l’onda della crescita da un bel po’ di tempo.

Un titolo in aumento del 500% in 5 anni e che crescerà ancora

La spinta decisiva potrebbe essere arrivata con la pandemia. Le misure di contenimento a livello mondiale rappresenterebbero una spinta che garantirebbe un vantaggio competitivo quasi incolmabile. Spinta con la quale il titolo, recentemente, ha toccato i massimi storici. Risultato: un titolo in aumento del 500% in 5 anni e che crescerà ancora. Almeno stando alle previsioni degli analisti che tra i venti a favore e quelli contro scelgono i primi come forza motrice per le azioni Amazon nel prossimo futuro.

I punti di forza di Amazon

Amazon è nato come una libreria ma si è presto trasformato in un mercato che vende di tutto. Successivamente ha deciso di espandere il suo raggio d’azione puntando alla nascita e al potenziamento della sua piattaforma di infrastruttura cloud, divenuta una delle più grandi del mondo. L’alto margine di crescita di AWS (il ramo cloud per intenderci), rappresenta uno dei punti di forza di Amazon. Ciò gli consente di espandere il proprio mercato sfruttando strategie all’avanguardia, promozioni aggressive, fidelizzazione dei clienti e, ultimamente, anche produzioni e contenuti originali.

I punti deboli di Amazon

Amazon rimarrà il punto di riferimento dell’e-commerce anche nel prossimo futuro, ma deve ancora affrontare minacce da parte dei suoi competitor. Il più temibile dei punti deboli di Amazon è, paradossalmente, quello dei suoi rivenditori. Quasi tutti infatti hanno base in Cina e la guerra dei dazi e i possibili contraccolpi normativi sulla commercializzazione dei prodotti cinesi potrebbero creare più di un danno. Senza contare la concorrenza per AWS fatta da Microsoft il quale, con Azure sta erodendo quote di mercato sempre più ampie. Sebbene il titolo non sia a buon mercato può contare su una leadership che, per quanto minacciata, resisterà al primo posto presumibilmente ancora a lungo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te