Un titolo FinTech solido con il 61% di guadagno su base annuale

Un titolo FinTech solido Mastercard

L’analisi di oggi si concentra su un titolo FinTech davvero molto solido. Ed è solido per una serie di fattori che vanno anche al di là dei dati societari o delle valutazioni grafico-analitiche.

Sappiamo bene che il ramo finanziario del settore tecnologico è detto FinTech, un acronimo coniato recentemente che sta per Financial Technology. Non più di 20 anni fa sarebbe stato difficile immaginare la moltitudine di realtà che in questo settore sarebbe proliferata. Soprattutto se pensiamo alle startup agguerritissime e alle società che, forti delle nuove tecnologie, cercano di accaparrarsi più clienti possibili.

Ma i colossi sono sempre i colossi, e se parliamo di Mastercard, non ce n’è per nessuno. E parlare di pagamenti con carta di credito senza menzionare l’azienda di New York, sarebbe impossibile.

Mastercard (NYSE:MA) nasce come creatura di Wells Fargo (NYSE:WFC) nel 1966. Oltre ad essere una società a tutti gli effetti è da considerare anche un “circuito” a cui appartengono più di 25 mila istituti bancari. Rispetto al suo competitor Visa (NYSE:V) detiene il 33% di tutte le transazioni con carta di credito del globo.

Mastercard è sicuramente un titolo FinTech molto solido

Forte dell’onda da cavalcare che va dall’enorme successo dell’e-commerce all’home banking, Mastercard ha avuto la possibilità di godere di elevati guadagni. I fondamentali della società sono ottimi e tutti i report trimestrali sugli utili sono stati superiori alle attese. Il market cap dell’azienda è da big company, ovvero 326.5 miliardi di dollari e l’EPS si attesta sui 6.74$ dollari.

Grafico Mastercard annuale

Anche il grafico non sembra dare spazio a interpretazioni, visto che il trend del titolo Mastercard è visibilmente lineare e rialzista senza particolari ritracciamenti evidenti. Dei 23 analisti che osservano il titolo, ben 22 sono per un buy, con target individuato intorno a quota 342.10$. Per terminare in bellezza, il report sulla crescita degli utili dello scorso anno parla di un incremento del 33.4% e si prevede che possano ancora crescere del 13,45% all’anno. Se proprio dovessimo trovare un neo, sarebbe una leggera sopravvalutazione del 2,3%, a causa di un fair value 316.43 contro un prezzo attuale di 323.67$.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te