Le 5 domande da fare alla tua banca
Noi di Fisher non lasciamo mai soli i nostri clienti. Se hai 350K, scopri di più su come operiamo in questa guida.
Scopri di più >>

Un titolo bancario da evitare: Banco BPM

Oggi Banco BPM è stato sotto i riflettori per un’intervista del suo CEO a La Repubblica, possiamo dire che è un titolo bancario da evitare?

La risposta può essere diversa a seconda dell’aspetto che si analizza. Qui di seguito ci occuperemo  brevemente del contenuto dell’intervista, del giudizio degli analisti e della situazione grafica di Banco BPM.

Per completezza d’informazione diciamo che Banco BPM è il terzo titolo più shortato a Piazza Affari con una quota del capitale pari a circa il 6%.

Per approfondimenti sul titolo e per leggere gli articoli precedenti clicca qui.

Cosa ha detto il CEO di Banco BPM nell’intervista a La Repubblica?

Una buona notizia che ha riportato Castagna è la flessione dei crediti deteriorati, mentre i depositi sui conti sono aumentati.  La flessione del volume degli NPL, invece, è stata un effetto della cessione di ben 20 miliardi di esposizioni problematiche contro gli 8 miliardi di crediti problematici precedentemente indicati. Il mix tra incremento della cessione degli NPL e aumento dei depositi ha ovviamente determinato un rafforzamento dello stato di salute della banca.

Castagna, poi, ha anche messo un po’ di brio al titolo dichiarando che una fusione è inevitabile se l’obiettivo è quello di crescere ancora. Potrebbe, quindi, crescere l’appeal speculativo sul titolo.

Il giudizio degli analisti

Sarà in parte dovuto alla forte perdita di valore delle quotazioni, ma allo stato attuale Banco BPM è fortemente sottovalutato. Con un consenso medio Outperform, la sottovalutazione media del titolo è pari al 44%. Anche nello scenario più pessimistico il titolo risulta essere sottovalutato del 10%. Chiaramente nello scenario più ottimistico  la sottovalutazione è ancora maggiore ed è pari al 78%.

Per gli analisti, quindi, Banco BPM è tutt’altro che da evitare.

Mean consensus OUTPERFORM
Number of Analysts 11
Average target price 2,35 €
Last Close Price 1,63 €
Spread / Highest target 78%
Spread / Average Target 44%
Spread / Lowest Target 10%

Un titolo bancario da evitare: analisi grafica e previsionale sul titolo Banco BPM

Banco BPM (BPM) ha chiuso la seduta del 12 giugno in ribasso del 2,23% a quota 1,668€ rispetto alla seduta precedente. L’intervista del CEO, quindi, non ha spinto al rialzo nonostante le buone notizie.

D’altra parte sul titolo, time frame giornaliero, è in corso una proiezione ribassista che ha raggiunto il II° obiettivo di prezzo in area 1,67178€. L’aspetto interessante della seduta del 12 giugno è che, dopo un tentativo di recupero, le quotazioni hanno chiuso la seduta sotto l’importantissimo supporto in area 1,67178€. A questo punto, a meno di un recupero definitivo, le quotazioni sono dirette verso il III° obiettivo di prezzo in area 1,425€. Su questi livelli, massima estensione del ribasso in corso, la tendenza potrebbe girare al rialzo.

Conclusione: nel brevissimo Banco BPM è un titolo da evitare, ma nel lungo periodo potrebbe essere un ottimo investimento.

Banco BPM: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Banco BPM: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Un titolo bancario da evitare: Banco BPM ultima modifica: 2019-06-13T08:06:30+02:00 da Redazione

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.