Un titolo azionario del settore energie rinnovabili sottovalutato rispetto ai suoi competitors

E.ON è un titolo azionario del settore energie rinnovabili sottovalutato rispetto ai suoi competitors. Una dimostrazione concreta di questa debolezza viene dall’analisi di diversi parametri quali il rapporto prezzo/utili, il fair value calcolato con il metodo del discounted cash flow. Inoltre, la società gode di livelli di valutazione interessanti con un EV/Sales ratio relativamente basso rispetto ad altre società del settore.

Tutto questo, quindi, non spiega come mai negli ultimi cinque anni, anche se con performance positive, E.ON abbia fatto peggio della media del settore di riferimento.

Anche gli analisti sono, almeno per il momento, molto entusiasti del titolo. Al momento, infatti, il consenso medio è accumulare, con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 10% circa.

Un titolo azionario del settore energie rinnovabili sottovalutato rispetto ai suoi competitors: quale futuro gli riserva l’analisi grafica?

Il titolo E.ON (MIL:EOAN) ha chiuso la seduta del 6 aprile a quota 9,888 euro in ribasso dello 0,93% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

La proiezione in corso è rialzista e supportata sia dal BottomHunter che dallo Swing Indicator. Tuttavia, come già successo altre volte in passato, la resistenza in area10,16 euro sta frenando l’ascesa delle quotazioni. La rottura di questo livello in chiusura di settimana aprirebbe le porte al raggiungimento del I obiettivo di prezzo in area 11,3 euro. Gli altri obiettivi sono quelli indicati in figura.

Qualora, invece, si dovesse tornare al ribasso le quotazioni si dirigerebbero verso area 8,5 euro.

e.on

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

Sul mensile si applicano le stesse considerazioni fatte sul settimanale. Facciamo solo notare una cosa. È ormai dal 2017 che le quotazioni stanno lottando contro la resistenza in area 10,2 euro. Una decisa rottura di questo livello potrebbe far partire un’accelerazione rialzista che potrebbe portare al raddoppio delle quotazioni di E.ON.

e.on

 

Approfondimento

Attenzione a Piazza Affari perché oggi può essere la giornata per realizzare questa importante impresa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te