Un titolo azionario che nelle prossime settimane potrebbe partire per un rialzo del 100%

Come già scritto in un precedente report, Fervi è un titolo azionario che nelle prossime settimane potrebbe partire per un rialzo del 100%. In tal senso ci sono diverse indicazioni. Ad esempio una valutazione basata sui multipli degli utili restituisce un titolo azionario sottovalutato del 100% circa. Se, invece, si passa alla valutazione degli analisti la sottovalutazione scende al 50%.

Tutto bene quindi? In realtà ci sono due aspetti che vanno tenuti in considerazione: la piccola capitalizzazione di Fervi e l’analisi grafica, di cui ci occuperemo nella prossime sezione.

Per quel che riguarda gli scambi sul titolo possiamo dire che sono veramente risibili. Basti pensare che negli ultimi tre mesi la media giornaliera di azioni scambiate è stata di poco più di 1.000 pezzi per un contro valore di circa 11.000 euro. Il che vuol dire che con piccoli capitali è possibile manovrare il titolo e questa rappresenta una situazione ad alto rischio.

Un titolo azionario che nelle prossime settimane potrebbe partire per un rialzo del 100%: i livelli da monitorare

Il titolo Fervi (MIL:FVI) ha chiuso la seduta del 4 marzo a 11,1 euro in ribasso dello 0,89 rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

La tendenza in corso è ribassista, ma il primo supporto (area 11,0 euro) lungo la strada che porta al I obiettivo di prezzo in area 9,50 euro resiste alle pressioni ribassiste, ormai da 8 settimane, e questo potrebbe essere un indizio a favore dei rialzisti.

Ovviamente una chiusura settimanale inferiore a 11,0 euro farebbe accelerare al ribasso verso gli obiettivi indicati in figura.

fervi

Fervi: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

È sul time frame mensile, però, che ci sono le prospettive di crescita più interessanti. Come si vede dal grafico, infatti, al momento non ci sono ostacoli lungo il percorso rialzista che porta al I obiettivo di prezzo in area 13 euro dopo averlo già raggiunto in precedenza. Tale traguardo, però, aveva fatto scattare prese di beneficio che hanno portato al raggiungimento del supporto in area 10,9 euro.

A questo punto, quindi, due sono le possibilità: o si riparte subito al rialzo verso gli obiettivi indicati in figura oppure una chiusura settimanale inferiore a 10,9 euro farebbe scattare un’inversione ribassista.

Da notare che nel caso in cui si dovesse partire al rialzo, chiusura mensile superiore a 12,7 euro, le quotazioni potrebbero raggiungere area 21,8 euro per un potenziale raddoppio delle quotazioni.

fervi

Fervi: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te