Un secondo piatto di primavera da mangiare a pranzo con questo pesce economico unito alle patate e a una spezia che favorisce la digestione

Siamo entrati in pieno clima primaverile. Qualcuno ha già iniziato a mangiare all’aperto. Il 25 aprile e il 1° maggio sono spesso gli antipasti d’estate, con grigliate e tavolate in giardino a farla da padrone. La carne tiene sempre banco durante queste occasioni. Tutti, però, sappiamo che nella nostra dieta non dovrebbe mai mancare un altro prodotto di origine animale, quel pesce che non a tutti piace. O che, magari, si mangia soltanto quando si è in vacanza al mare, tralasciandolo per gran parte delle altre stagioni. Nulla di più sbagliato.

Oggi andremo a proporre proprio un piatto di pesce. La base sarà uno dei pesci più comuni ed economici presenti sul mercato. Stiamo parlando dell’orata. Se acquistata d’allevamento, difficilmente il suo prezzo varcherà i 10 euro al chilo. Se la vogliamo di mare, invece, dovremo spendere un po’ di più.

A questa abbineremo alcune verdure, le patate, i pomodorini e le zucchine, arricchendola poi con una radice particolarmente ricca di sostanze nutritive, ovvero lo zenzero. Ottimo per favorire la digestione, con importanti qualità antinfiammatorie e antimicrobiche. Questo darà un gusto particolare alla nostra orata. Andiamo subito a vederne gli ingredienti:

  • un’orata;
  • 200 grammi di patate;
  • 200 grammi di zucchine;
  • 10 grammi di radice di zenzero;
  • rosmarino;
  • timo;
  • aglio;
  • 6 pomodorini;
  • 6 cipolline;
  • 2 cucchiai di capperi;
  • vino bianco;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale;
  • pepe.

Un secondo piatto di primavera da mangiare a pranzo con questo pesce economico unito alle patate e a una spezia che favorisce la digestione

Iniziamo la preparazione andando a sciacquare i capperi, mettendoli a bagno in una ciotola di acqua tiepida per una decina di minuti. Sbucciamo le patate e tagliamole a fettine sottile. Sbollentiamole per 5 minuti in abbondante acqua salata. Poi, puliamo le zucchine e affettiamole alla julienne. Stessa cosa dovremo fare con la radice di zenzero.

Quindi, prendiamo una pirofila, foderiamola con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato. Spennelliamolo con un goccio d’olio extravergine e disponiamo sul fondo degli strati alternati di patate e zucchine, spolverandoli con sale e pepe.

Ci concentriamo, poi, sull’orata, che dovremo farci pulire bene dal nostro pescivendolo. Quindi la farciamo con timo, rosmarino, aglio e con qualche fettina di zenzero. Mettiamola sul letto di verdure, saliamo e pepiamo.

Dopodiché andremo a circondarla con le cipolline e i capperi, oltre ai pomodorini tagliati in due parti. Prendiamo una grattugia e spolveriamo con le fettine di zenzero rimaste. Irroriamo il tutto con un po’ di olio e inforniamo a 180 gradi per 10 minuti. Estraiamo la pirofila dal forno, innaffiamo con del vino bianco e lasciamo cuocere per una ventina di minuti, gli ultimi cinque dei quali con la cottura grill.

È un secondo piatto di primavera da mangiare in ogni occasione e piuttosto semplice da preparare, questa orata con verdure e zenzero. Prelibato, delicato e ricco di tantissimi nutrienti.

Approfondimento

Per un secondo piatto economico e ricco di omega 3 benefici per il cervello, ecco come preparare al meglio questo pesce azzurro al forno

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te