Un nuovo aumento di capitale dove porterà le azioni di Banca Intermobiliare?

Con l’approvazione del bilancio 2020 il consiglio di amministrazione ha approvato una perdita pari a 11 milioni di euro circa e approvato un aumento di capitale pari a 23 milioni di euro.Il consiglio, infatti, ha ritenuto opportuno aggiornare il piano strategico 2020-2025, confermando le linee guida ma prevedendo una serie di interventi addizionali al fine di migliorare i ricavi previsti.

È, quindi, lecito chiedersi il nuovo aumento di capitale dove porterà le azioni di Banca Intermobiliare.

In un report precedente avevamo riportato la notizia di una possibile acquisizione di Banca Consulia da parte di Banca Intermobiliare. Dopo mesi di trattative Banca Intermobiliare è giunta alla conclusione che, al momento, non sussistano i presupposti e le condizioni per proseguire nella prospettata operazione, secondo una logica di creazione di valore a beneficio di tutti gli azionisti.

Dal punto di vista dei fondamentali il titolo è sopravvalutato qualunque sia l’indicatore utilizzato. Per una comprensione di quello che potrebbe essere il futuro del titolo, quindi, bisogna affidarsi alle previsioni dell’analisi grafica.

Un nuovo aumento di capitale dove porterà le azioni di Banca Intermobiliare? I livelli chiave da monitorare secondo l’analisi grafica

Il titolo Banca Intermobiliare (MIL:BIM) ha chiuso la seduta del 6 aprile in area 0,0466 euro in ribasso del 4,12% rispetto alla seduta precedente.

La situazione grafica del titolo è abbastanza complicata, ma allo stesso tempo con delle potenzialità enormi. Come si vede dai grafici seguenti, infatti, da luglio 2020 le quotazioni si stanno muovendo in prossimità di area 0,049 euro senza riuscire a prendere una precisa direzione.

Da notare che una chiusura settimanale superiore a 0,0485 euro aprirebbe le porte a un’inversione rialzista che potrebbe portare a un raddoppio delle quotazioni in corso. Il rialzo, poi, diventerebbe ancora più interessante nel caso in cui si assista a una chiusura mensile superiore a 0,0514 euro. In questo caso, infatti, partirebbe un rialzo la cui massima estensione si trova in area 0,134 euro, per un potenziale rialzo di circa il 200%.

Tutti gli obiettivi intermedi sono indicati nelle figure seguenti sia per il settimanale che per il mensile.

Nel caso in cui, invece, dovesse partire un ribasso, le quotazioni potrebbero scendere fino in area 0,03 euro.

Time frame settimanale

banca intermobiliare

Time frame mensile

banca intermobiliare

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te