Un metodo facile per insegnare ai figli a gestire i propri risparmi

Fra i tanti problemi che un genitore deve affrontare crescendo un figlio, vi è quello di insegnargli il valore del denaro e di come amministrarlo. Questa, infatti, è una delle più importanti capacità che un adulto deve imparare a padroneggiare se vuole eccellere nella vita di tutti i giorni. Particolarmente efficace sarà iniziare il prima possibile questo tipo di insegnamenti utilizzando mance, paghette e regali del giovane per aprire un conto risparmio.

Spieghiamo, quindi, come questo sia un metodo facile per insegnare ai figli a gestire i propri risparmi.

Due fasce di età

Dato che si sta parlando di minorenni è importante ricordare che questi non hanno la possibilità di aprire autonomamente un conto ma necessitano del genitore. Il quale può aprire un conto intestabile unicamente al figlio. La legge, infatti, tutela il giovane lasciandogli la facoltà di cointestarlo solo una volta maggiorenne.

La differenza che fanno i vari istituti di credito è sulla fascia di età del minorenne:

a) quando questo va dagli zero ai dodici anni sarà possibile aprire solo un libretto di risparmio che non prevede spese di gestione o apertura. Ma di contro non permette operazioni di incasso e pagamento, ovvero il ragazzo non potrà usare il libretto per pagare o ricevere direttamente denaro;

b) quando, invece, l’età è compresa tra i dodici e i diciassette anni sarà possibile aprire un conto corrente a costi ridotti. Permettendo al ragazzo di ricevere incassi e effettuare pagamenti, anche attraverso una carta prepagata.

Una questione di responsabilità

La gestione di un conto corrente o di un libretto di risparmio comporta un primo passo nella vita adulta di un giovane. Attraverso questo strumento, infatti, è possibile sviluppare l’autonomia, la comprensione del concetto di investimento. Nonché il senso di responsabilità legato al possesso di denaro.

Facoltà necessarie alla crescita di un adulto che in futuro potrà avere ben chiaro l’importanza e il significato del risparmio.

Ecco, dunque, perché questo è un metodo facile per insegnare ai figli a gestire i propri risparmi.

Consigliati per te