Un libro emozionante da leggere tutto d’un fiato che ci terrà letteralmente incollati alle pagine

I libri sono degli amici fidati. Le pagine di un romanzo, di un giallo o di un saggio, possono accompagnarci nelle nostre giornate, alleviando qualsiasi pensiero negativo che ci affligge. Forse non tutti ne sono consapevoli, ma la lettura ha davvero il potere di rilassarci e di trasportarci in Mondi lontani. E ora che le vacanze sono ancora lontane e molti di noi sono costretti a stare nella propria città a causa del lavoro, potremmo fare un viaggio proprio attraverso le parole di un autore. La lista, poi, è così ampia che può risultare difficile scegliere un libro in particolare. Ma, proprio per questo motivo, vogliamo dare un consiglio che potrebbe davvero soddisfare i gusti di tutti.

Un libro emozionante da leggere tutto d’un fiato che ci terrà letteralmente incollati alle pagine

Di libri interessanti, emozionanti o travolgenti avevamo già parlato in passato. Infatti, per esempio, in questo nostro precedente articolo, ne avevamo addirittura consigliati 5 per potersi addormentare in totale relax. Oppure, in un altro articolo, avevamo evidenziato la bellezza di un libro nello specifico che sicuramente piacerà a tantissime persone. Oggi rendiamo ancora più ampia la nostra lista e prendiamo in esame “Il treno dei bambini” scritto da Viola Ardone nel 2019. Un viaggio nel nostro Paese, una storia da raccontare, tante riflessioni che ci coinvolgeranno. Si tratta sicuramente di un romanzo che non potrà in alcun modo lasciarci indifferenti. Un libro emozionante da leggere tutto d’un fiato che ci terrà letteralmente incollati alle pagine.

La trama de “Il treno dei bambini” di Viola Ardone

Facciamo un piccolo salto indietro nel tempo e arriviamo alla fine della Seconda guerra mondiale. Infatti, il libro si apre nel 1946 e ci mostra subito l’interessante protagonista, che avremo la possibilità di accompagnare per tutta la durata della storia. Si tratta di Amerigo, un bambino di Napoli che, assieme ad altri suoi coetanei, sta per prendere un treno. Il viaggio si lega a un’iniziativa del PC che, al tempo, mandava i bambini provenienti dal Sud Italia al Nord, per trascorrere un periodo con le famiglie di quelle regioni. Ciò che si mostrerà dinanzi ai nostri occhi, attraverso le parole di Amerigo, sarà un Paese quasi logorato dalla guerra che però si sta rimettendo in piedi con tutte le sue forze.

Leggendo le righe scritte dall’Ardone avremo la possibilità di entrare in totale empatia con Amerigo, di capirne i pensieri, di coglierne le sensazioni dovute alla separazione dalla sua famiglia e dalla sua terra. Vedremo di certo l’importanza dell’educazione, la messa in luce delle nostre capacità sullo sfondo della vita che Amerigo ci racconterà.

Approfondimento

Una storia toccante che ci coinvolgerà come mai in questo libro assolutamente da leggere

Consigliati per te