blank

Un fiume di denaro sta facendo decollare Piazza Affari e le altre Borse europee

Sulle Borse europee sale la febbre da rialzo. Forse in uno dei periodi più difficili per l’economia europea, i mercati azionari hanno iniziato a correre. Cominciano ad arrivare i capitali dei grandi investitori, fondi, banche d’affari, ecc.

Un fiume di denaro sta facendo decollare Piazza Affari e le altre Borse europee. Capitali che si stanno spostando dal mercato americano verso i listini europei ed è uno spostamento che potrà durare settimane, probabilmente mesi.

Oggi tutte le Borse mondiali sono salite

Si fa fatica a trovare un listino che oggi abbia il segno meno. Ed è paradossale pensare che nel fine settimana dal G20 è emersa la preoccupazione che la crescita economica possa rallentare. La paura dei 20 Grandi è che prossimi mesi la pandemia trascini il mondo verso una nuova recessione.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Intanto le Borse salgono spinte da due fattori determinanti. Primo, in circolazione c’è una liquidità in abbondanza che ancora deve trovare collocazione. Secondo, probabilmente le difficoltà economiche spingeranno le Banche centrali ad immettere ulteriore liquidità nel sistema, in particolare quella americana.

Ecco perché un fiume di denaro sta facendo decollare Piazza Affari e le altre Borse europee. E a godere di questi ingenti capitali, nei prossimi mesi saranno le Borse che hanno corso meno. Tra queste c’è Piazza Affari, che da qualche giorno corre di più di tutti i listini del Vecchio Continente.

Piazza Affari svetta in Europa con un guadagno del 2%

È accaduto anche oggi. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB),  ha terminato in guadagno del 2% a 22.145 punti. La grande novità della seduta di oggi è che l’indice si è messo alle spalle anche la soglia dei 22mila punti.

Adesso l’indice inizia a mettere nel mirino quota 25mila punti, livello massimo annuale toccato a febbraio, prima che la pandemia facesse crollare le quotazioni. Il prossimo target dell’indice è 22.480 punti.

Ad accompagnare il rialzo del Ftse Mib sono state principalmente le banche e i titoli dell’energia. Oggi i due maggiori gruppi bancari, hanno realizzato guadagni importanti.

Unicredit, già segnalato in precedenza dagli Esperti dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa, ha guadagnato oltre il 5%. Intesa Sanpaolo è salita del 2,8%. In forte rialzo anche i titoli dell’energia, in scia al balzo del prezzo del petrolio. Saipem è stato il migliore titolo delle blue chip con un guadagno dell’8%.

 

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te