Un fastidioso sintomo dopo il parto di cui le neo-mamme possono soffrire

Se durante la gravidanza il nostro corpo cambia, dopo questi nove mesi ci aspettiamo di tornare a uno stato di normalità. Purtroppo però dopo il parto molte donne vanno incontro a nuovi sintomi inattesi. Non bisogna però spaventarsi. Nei mesi dopo il parto il corpo delle neo-mamme subisce cambiamenti che sono totalmente normali. Tra questi spicca un fastidioso sintomo dopo il parto di cui le neo-mamme possono soffrire ma che poche si aspettano. Questo è chiamato defluvium post-partum o effluvio post-partum.

In gravidanza 

Durante la gravidanza molte donne notano di avere una chioma più folta e sana. Ciò è causato dai cambiamenti ormonali provocati dalla gestazione. Durante questo periodo infatti il livello di estrogeni aumenta. Ciò comporta diversi cambiamenti per il corpo che hanno conseguenze anche sui capelli. In gravidanza infatti la fase di crescita del capello, detta anagen, dura di più. I capelli crescono quindi più a lungo. Spesso, inoltre, cadono con meno frequenza. La chioma diventa così più folta e rigogliosa. Dopo due o tre mesi post-partum molte donne iniziano però a perdere capelli. Ciò spaventa molte neo-mamme che hanno paura di andare incontro a calvizie. Si tratta però di una fase fisiologica normale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

La caduta dei capelli post-partum

L’effluvio post-partum è un fastidioso sintomo dopo il parto di cui le neo-mamme possono soffrire. Ma da cosa è causato? La risposta arriva di nuovo dagli ormoni. Dopo il parto i livelli di estrogeni iniziano infatti a scendere. La fase di crescita dei capelli si accorcia e questi iniziano a cadere più spesso. L’allattamento comporta inoltre la produzione di prolattina, che contribuisce a rendere i capelli più deboli. Il confronto tra la ricca chioma del periodo della gravidanza e la caduta dei capelli post-partum spaventa molte donne. Questa fase è però assolutamente normale. Si risolve infatti entro un anno dopo il parto. Entro questo periodo infatti i livelli di ormoni si sono riequilibrati e si tornerà ad avere il tipo di capello che si aveva prima della gravidanza. È però opportuno rivolgersi a un medico se la caduta dei capelli è eccessiva o se dura a lungo. In questo caso infatti si potrebbe soffrire di carenze nutrizionali diagnosticabili da un professionista.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te