Un dividendo del 3,3%, un PE sotto la media e grafici al rialzo che puntano a +40% fra i motivi per comprare subito il titolo HERA

Ci sono diversi motivi che possono spingere all’acquisto o meno  di un titolo, ma non si deve mai prescindere dall’analisi fondamentale abbinata a quella grafica. Inseriamo nella nostra whatchlist di raccomandazioni per l’anno 2021 un nuovo titolo. Quali sono i punti forti della nostra scelta e quali quelli di debolezza? Un dividendo del 3,3%, un PE sotto la media e grafici al rialzo che puntano a +40% fra i motivi per comprare subito il titolo HERA. Non vediamo punti di debolezza che al momento ci possano preoccupare

Procediamo per gradi.

La società è una multiutility che fornisce in Italia gas, elettricità, ciclo idrico, ambientale e altri servizi.

Il titolo HERA (MIL:HER) che capitalizza in Borsa 4,5 miliardi di euro ha chiuso la seduta dell’ 8 gennaio a quota 3,028 euro in rialzo dello 0,73% rispetto alla seduta precedente.

Nell’anno 2020 ha segnato il minimo a 2,64 ed il massimo a 4,363. Il massimo del 2020 ha rappresentato l’apice della corsa iniziata dai minimi dell’anno 2012 a 0,6584 +562%.

I livelli attuali potrebbero essere l’ inizio di un nuovo trend rialzista poliennale? Riteniamo che questa possa essere una elevata probabilità.

Un dividendo del 3,3%, un PE sotto la media e grafici al rialzo che puntano a +40% fra i motivi per comprare subito il titolo HERA

Le raccomandazioni degli altri analisti (7 giudizi) trovano riscontro intorno al prezzo di 3,75.  Abbiamo studiato i bilanci e le comunicazioni e previsioni degli ultimi anni ed i nostri calcoli e giudizi sono i seguenti:

al momento (ma probabilmente miglioreremo probabilmente di molto le nostre stime nei prossimi sei mesi) calcoliamo un fair value  a 2,50 ca;

un aspetto interessante è che il PE (11,5x) è inferiore al mercato italiano (20,3x);

gli utili dovrebbero crescere del 2,28% all’anno;

il dividend yield è al 3,3% ca.

La strategia di investimento

Il minimo segnato a 2,64 si è formato su un supporto rilevante di lunghissimo termine e potrebbe essere stato di ripartenza duratura. La chiusura della scorsa settimana è stata un’ulteriore conferma di questa ipotesi.

Il nostro consiglio operativo è di comprare in apertura di lunedì 11 gennaio con stop loss di lungo termine  a 2,93 (di breve a 2,96) ed obiettivo primo a 3,22 e successivo 3,44, quindi 3,65. I nostri calcoli stimano il raggiungimento di area 4,20 entro i prossimi 24 mesi.

Si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te