Un delizioso pane tipico italiano amico del colesterolo che dura anche 6 mesi

Ogni regione italiana può vantare dei cibi tipici davvero unici. Questo è particolarmente vero quando si parla di pane e pasta. Infatti, entrambi sono una grossa fetta della nostra dieta mediterranea e nel tempo ci siamo sbizzarriti in quanto a varietà. Oggi scopriremo un delizioso pane tipico italiano amico del colesterolo che dura anche 6 mesi.

Il pane tipico della Sardegna

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

C’è un tipo di pane che più di ogni altro rappresenta la Sardegna, il carasau. Nell’isola, lo troveremo in ogni casa ed è immancabile in ogni ristorante. Spesso fuori è conosciuto come “carta da musica“, per richiamare il suono che produce quando lo mangiamo. Infatti, si tratta di una sfoglia di pane secco molto leggero e croccante. In effetti, ricorda un po’ le patatine in busta, ma è decisamente più salutare. Questa croccantezza è data dal processo di “carasatura”, per cui il pane viene tostato due volte nel forno a legna. In questo modo tutta l’acqua evapora dal pane, lasciandolo croccante. Questo fatto porta a un altro beneficio non indifferente. Proprio perché privo d’acqua, il pane carasau, se adeguatamente sigillato, può durare anche 6 mesi mantenendo intatte le sue caratteristiche!

Un delizioso pane tipico italiano amico del colesterolo che dura anche 6 mesi

Il pane carasau, pur rimanendo diverso dagli altri, è comunque un tipo di pane. Quindi, è ricco di carboidrati e lo dobbiamo consumare in quantità moderate. Allo stesso tempo però, è assolutamente privo di grassi. Infatti, gli ingredienti per la preparazione del carasau sono solo semola di grano duro, acqua, lievito e sale. Questa sua caratteristica lo rende un pane particolarmente adatto a chi vuole combattere il colesterolo cattivo.

Come usare il pane carasau in cucina

Il pane carasau ha un altro pregio. Infatti, lo possiamo utilizzare in molti modi, anche per cucinare e non solo come accompagnamento ai piatti. Un piatto tipico della Sardegna centrale, ad esempio, è pronto in pochi minuti ed è assolutamente delizioso. Si tratta di una sorta di lasagna a freddo direttamente sul piatto sormontata da un uovo in camicia, ma dobbiamo utilizzare il carasau al posto delle sfoglie. Infatti, se il carasau entra in contatto con l’acqua torna di nuovo morbido. Questa caratteristica può essere sfruttata per creare delle lasagne da preparare al forno o per dei rotolini ripieni.

Troviamo il carasau in vendita nei maggiori supermercati anche fuori dalla Sardegna.

Approfondimento

Questo è l’unico modo per perdere peso dopo i 40 anni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te