Un 2022 stellare in questa Regione del Sud con 568 posti a tempo indeterminato anche con scuola media

L’ultima Gazzetta Ufficiale del 2021é risultata particolarmente ricca di concorsi nel pubblico impiego, come nel caso dei 180 posti al Ministerno dell’Interno.

Abbiamo già illustrato i passaggi chiave delle 275 assunzioni previste da ANSFISA, anche con solo diploma. Oggi presenteremo invece i 7 concorsi appena banditi dalla Regione calabra, la cui scadenza fissata al prossimo 30 gennaio. Detta diversamente, sarà un 2022 stellare in questa Regione del Sud con 568 posti a tempo indeterminato anche con scuola media.

I 7 bandi di concorso per complessivi 568 posti di lavoro a tempo indeterminato

I posti messi a concorso sono sempre a tempo pieno, mentre a volte sono a tempo determinato. Nel dettaglio, i bandi mirano alla copertura di:

  • n. 279 posti di istruttore direttivo amministrativo-finanziario, cat. D, per i Centri per l’Impiego (CpI) regionali;
  • n. 177 posti di istruttore amministrativo-contabile, categoria C, sempre per i CpI della Calabria;
  • n. 4 posti di istruttore direttivo amministrativo-finanziario, categoria D, interamente riservato ai soggetti disabili (art. 1 della Legge 68/1999);
  • n. 7 posti di istruttore amministrativo-contabile, cat. C, interamente riservato ai soggetti disabili (art. 1 della Legge 68/1999);
  • n. 20 posti di collaboratore professionale amministrativo, cat. B3, interamente riservato ai soggetti disabili (art. 1 della Legge 68/1999);
  • n. 52 posti per vari profili professionali, categoria D, per il potenziamento dei CpI della Regione Calabria. Soltanto questo ed il prossimo bando prevedono assunzione a tempo pieno ma determinato;
  • n. 29 posti per vari profili professionali, categoria D, per il potenziamento dei CpI regionali.

Uno sguardo ai primi 2 bandi

Per non appesantire eccessivamente l’esposizione dei 7 bandi, in questa sede limitiamo l’attenzione solo a 3 delle varie selezioni.

Quanto ai primi 2 bandi, i requisiti di ammissione per 177 e 279 posti prevedono la cittadinanza italiana (ovvero il rispetto delle norme in materia), la maggiore età, l’idoneità fisica all’impiego. Inoltre,il godimento dei diritti civili e politi, non essere stati allontanati dal pubblico impiego, non avere condanne penali passate in giudicato.

Quanto al titolo di studio, è richiesto il diploma nel caso dei 177 posti e la laurea per i 279 istruttori direttivi. In particolare occorre possedere il diploma di laurea quadriennale (vecchio ordinamento) o la laurea specialistica o quella magistrale o la laurea breve triennale. La lettera c del comma 1, art. 2, specifica quali sono le classi di studio ammesse a concorso.

La procedura concorsuale prevede una prova scritta e la valutazione dei titoli nel caso dei 177 istruttori amministrativo-contabile. Nell’altro caso, invece, si parte dalla valutazione dei titoli finalizzata all’ammissione alla prova scritta pari a 10 volte il numero dei posti messi a concorso. Solo per chi avrà superato la prova scritta ci sarà la valutazione dei titoli di servizio.

Le domande andranno prodotte ed inviate online, previa registrazione dl candidato al sistema ʺStep-One 2019ʺ. È previsto, infine, il versamento della quota di partecipazione al concorso pari a 10 euro.

Un 2022 stellare in questa Regione del Sud con 568 posti a tempo indeterminato anche con scuola media

In chiusura diamo un rapido cenno al quinto bando su esposto, ossia ai 20 posti di collaboratore professionale amministrativo, cat. B3. La selezione in questo caso è interamente riservata ai soggetti disabili,secondo il disposto dell’art. 1 della Legge 68/1999.

Tra i requisiti di ammissione al concorso troviamo tutti quelli generici per l’assunzione nel pubblico impiego. Inoltre è richiesta l’iscrizione negli appositi elenchi di cui all’art. 8 della Legge 68/1999 presso i CpI. Quanto al titolo di studio, il comma 12 dell’art. 2 del bando prevede il solo possesso della scuola dell’obbligo. La procedura concorsuale, infine, prevede lo svolgimento della sola prova selettiva scritta.

In chiusura, invitiamo il Lettore interessato a prendere visione integrale del bando di proprio interesse per tutti i dettagli del caso.

Approfondimento

Vietato perdersi questi 515 posti a tempo indeterminato in Puglia per diplomati e laureati nella Pubblica Amministrazione.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te