Ultimo taglio dei tassi per la FED? Mercati verso turbolenze?

La FED ha poi confermato le attese e tagliato i tassi dello 0,25%.

Proprio perché scontata questa manovra andrà monitorato con attenzione l’effetto sui mercati.

Sbilanciare i propri portafogli di investimento sulla scia emotiva di questa mossa della FED potrebbe, nel breve termine, rivelarsi un azzardo.

Sì perché la benzina affluita nel motore è giusto quella per uscire un pelo dalla riserva ma non abbastanza per consentire  accelerazioni o giri lunghi.

Gli operatori potrebbero anche decidere di tirare i remi in barca e di conseguenza le quotazioni azionarie prendere la via della discesa temporanea.

FED scontata

Pare  che quello di ieri possa essere l’ultimo taglio dei tassi.

Sensazione acuita dalle parole pronunciate da Jerome Powell nel corso della conferenza stampa tenuta come da recente abitudine al termine della riunione della Federal Reserve.

“L’attuale approccio di politica monetaria resterà appropriato fino a che le informazioni in arrivo dall’economia rimarranno coerenti con le nostre prospettive di crescita economica, con un mercato del lavoro in salute e con un’inflazione vicina al nostro obiettivo simmetrico del 2%”.

Questo il punto focale del discorso del buon Jerome.

Una presa d’atto dovuta del fatto che le condizioni dell’economia USA sono buone e questo potrebbe essere stato l’ ultimo taglio dei tassi.

Almeno per il momento.

Powell ottimista anche sui dazi

Powell inoltre ha fatto notare anche i positivi sviluppi attesi sul fronte della guerra dei dazi.

In tal senso molto realistiche le parole utilizzate ma complessivamente ottimistiche:“le incertezze legate alla guerra commerciale non sono state risolte, ma tentativi in questo senso rappresentano fattori positivi”.

Poi, visto che la FED si è giustificata,fin da subito, con le tematiche dei problemi internazionali non poteva mancare un accenno alla BREXIT:“si è ridotto anche il rischio legato alla BREXIT”.

Rischio ridotto dunque e pertanto ancora più respiro nelle valutazioni globali.

E infatti il CEO ha concluso :” tre tagli dei tassi nel 2019 hanno rappresentato una politica‘particolarmente notevole’ che dovrebbe garantire una prosecuzione della crescita dell’economia e dell’occupazione”.

Ergo, per ora basta tagli!

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.