Le 5 domande da fare alla tua banca
Noi di Fisher non lasciamo mai soli i nostri clienti. Se hai 350K, scopri di più su come operiamo in questa guida.
Scopri di più >>

UBI Banca: la discesa non è ancora finita

Ubi Banca (UBI.IT)  ha chiuso la giornata di contrattazione del 10 dicembre a 2,591€ con un ribasso del 2,45%.

Il titolo ha segnato il massimo annuale a 4,293€ il 15 maggio ed il minimo annuale a 2,48€ il 20  novembre.

Come abbiamo scritto qualche giorno fa (UBI Banca: UBS punta sul titolo) UBS ha inserito UBI Banca nella lista dei titoli con un potenziale rialzo del 40%. Tuttavia a questa raccomandazione non ha prodotto un effetto positivo sulle quotazioni del titolo.

La debolezza di UBI si evince anche dal fatto che è al secondo posto della classifica comunicata dalla CONSOB sui titoli più shortati a Piazza Affari. In particolare, si legge che sul titolo sono aperte posizioni per il 13,36% del capitale.

Intanto durante un colloquio con IlSole24Ore, l’amministratore delegato ha dichiarato che in questo momento non non ci sono davvero trattative in corso per operazioni di M&A. Tuttavia ha ribadito che in prospettiva sarà inevitabile una nuova fase di concentrazione nel sistema bancario italiano. Secondo il CEO verranno prese in considerazione solo operazioni che, oltre all’incremento dimensionale, siano caratterizzate dalla creazione di valore per gli azionisti e dalla semplicità della governance.

Se da un lato, poi, l’AD non ha smentito l’ipotesi di una fusione con Mps o con Banco Bpm, dall’altro sembra, comunque, escludere a priori l’interesse di UBI per Creval e Carige.

Intanto all’inizio di dicembre, Ubi Banca ha festeggiato il superamento di quota 1 miliardo per le emissioni dei cosiddetti social bond, obbligazioni solidali che coniugano investimento e beneficenza lanciate, per primo in Italia, dal gruppo dal gruppo con base a Bergamo nel 2012.

Time frame giornaliero: analisi tecnica e previsioni  sul titolo UBI Banca

Sul titolo è in corso una proiezione ribassista che ormai non ha più ostacoli sul cammino che porta verso il I° obiettivo di prezzo in area 2,5355€. Alla rottura di questo livello, poi, l’obiettivo successivo si trova in area 2,1506€. Solo una chiusura giornaliera superiore a 2,7722€ farebbe archiviare lo scenario ribassista.

UBI Banca: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

UBI Banca: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

UBI Banca: la discesa non è ancora finita ultima modifica: 2018-12-11T07:55:41+02:00 da Redazione

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.