Tutto quello che dobbiamo sapere sulla sterilizzazione dei gatti per renderli più liberi e felici e farli vivere meglio e in salute

Cani e gatti sono indubbiamente gli animali domestici più comuni nelle famiglie di tutto il Mondo. Esistono ancora molti falsi miti da sfatare sui gatti, ma nonostante questo, sono molti a preferirli ai cani, in quanto hanno un modo tutto loro di regalare affetto e ci fanno divertire con i loro comportamenti buffi e innocenti.

Arriva però il momento in cui dobbiamo castrarli o sterilizzarli e ci sentiamo in colpa, perché ci sembra di privarli di un pezzo importante della loro vita.

Perché dobbiamo intervenire

È importante ricordarsi che la castrazione e la sterilizzazione sono procedure mediche necessarie soprattutto per il benessere stesso dei nostri amici a quattro zampe. Nel caso specifico dei gatti, se vivono per strada e non sono sterilizzati, contribuiscono ad un aumento non indifferente del randagismo e di conseguenza aumenta il numero di gattini che rimangono senza adozione e quindi senza casa. I gatti randagi sono più a rischio di incidenti e malattie, non potendo essere curati adeguatamente. Inoltre, le gatte femmine non sterilizzate sono più soggette ad infezioni all’utero e tumori alle mammelle.

Di contro, il gatto maschio non castrato, tende a diventare particolarmente aggressivo e sarà portato a marcare il territorio spruzzando pipì dappertutto. Sebbene esistano trucchi e segreti per pulire la pipi del gatto da tappeti e divani, rimane comunque una bella seccatura. Loro soffrono e noi dobbiamo fare i conti con cattivi odori, miagolii disperati e tentativi di fuga che possono portarci a non rivedere più i nostri amati felini.

Tutto quello che dobbiamo sapere sulla sterilizzazione dei gatti per renderli più liberi e felici e farli vivere meglio e in salute

Per essere certi del periodo migliore in cui sottoporre il nostro gatto a questa procedura, dobbiamo prima fare una distinzione tra gatti che vivono per strada e gatti da appartamento. Per i gatti casalinghi è sempre bene attendere un po’ di più, per permettere all’organismo di formarsi completamente. La gatta femmina potrà essere sterilizzata verosimilmente tra i 7 e gli 8 mesi di vita. Il maschio anche dopo o non appena si presentino comportamenti sospetti. Per i randagi, la procedura può essere effettuata molto prima, indicativamente già dopo i 3 mesi. La convalescenza è piuttosto rapida e se non ci sono complicazioni o infezioni di sorta, i nostri mici non dovranno nemmeno portare il collare Elisabettiano.

Veniamo ai costi. La sterilizzazione della gatta femmina è sicuramente più invasiva e questo comporta costi leggermente più elevati rispetto alla castrazione del gatto maschio. I prezzi si aggirano intorno ai 120-150 euro per la femmina, mentre per il maschio vanno dai 90 ai 120 euro.

Che sia maschio o femmina, questo è tutto quello che dobbiamo sapere sulla sterilizzazione dei gatti, per migliorare il loro benessere e, di conseguenza, anche il nostro.

Approfondimento

Non solo quanto costa e se è possibile farlo durante il primo calore ma ecco i vantaggi e gli svantaggi di sterilizzare il proprio gatto

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te