Tutti i segnali che indicano che il gatto ha scelto il suo vero e unico padrone

I gatti sono tanti amati quanto non compresi. Molti, infatti, pensano che i nostri amici a quattro zampe non si affezionino alle persone ma solamente alla casa.

Non ci potrebbe essere nulla di più sbagliato! Anzi, il nostro amico a quattro zampe tende a scegliere una sola persona a cui sarà fedele per tutta quanta la vita. In questo articolo cercheremo di capire tutti i segnali che indicano che il gatto ha scelto il suo vero e unico padrone.

Come capire che il gatto ci ha scelto

Iniziamo subito ad analizzare tutti i segnali che indicano che il gatto ha scelto il suo vero e unico padrone.

Prima di tutto il gatto tenderà a guardare il proprio padrone sbattendo in maniera rilassata entrambi gli occhi. In questo modo sta comunicando il suo affetto come un umano farebbe con un bacio sulla guancia.

Secondariamente il nostro amico felino tenderà a seguire il suo padrone e a miagolare per richiamare la sua attenzione. Nel suo inseguire il suo umano preferito il micio avrà la coda alta e sarà rilassato, indicando che è contento dell’incontro.

Infine, due segnali tolgono ogni dubbio sulla scelta del micio. Nel momento in cui il gatto di casa dovesse portare davanti ad un umano una preda cacciata questo significa che ha scelto il suo padrone. Con questo gesto, infatti, il micio sta cercando di ricambiare l’affetto dell’umano portandogli del cibo, quasi fosse un regalo.

Allo stesso modo se il gatto decidesse di dormire con una persona della famiglia potete stare certi della scelta. Mentre dormono, infatti ,i gatti sono particolarmente vulnerabili. Se i mici scelgono di dormire insieme ad un umano vuol dire che nutrono di lui la massima fiducia.

Come accattivarsi il nostro amico a quattro zampe

Ovviamente esistono anche dei modi per fare in modo che la scelta del gatto sia indirizzata in maniera “corretta”.

Ci sono alcune caratteristiche umane che i gatti amano e alcune che non riescono proprio a sopportare. Prima di tutto, il gatto cerca una persona che gli dia del cibo, della protezione e un ambiente sicuro e calmo. La persona di riferimento non deve quindi né fare movimenti bruschi né urlare.

Non deve amare la cucina dagli odori e dai sapori forti che potrebbero infastidire il micio. Dovrebbe garantire sempre il cibo nei posti e gli orari soliti e dare magari anche qualche snack extra ogni tanto.

Ovviamente questi consigli non possono creare quel legame speciale che nasce dalla scelta del nostro micio, ma possono dare una mano.

Consigliati per te